Supporta il tuo Forum su Patreon!
 
  > Register  
  > Calendar  
  > Members List  
 
  > Supporta il Forum  
  > Today's Posts  
   

Go Back   netgamers.it > NetGamers Life > Real Life > Addio

Reply
 
Thread Tools Rate Thread
Old 15th March 2018, 09:36   #1
meschio94
essere meschino
 
meschio94's Avatar
 
Join Date: Nov 2009
Location: MoDna
Posts: 7,487
Apice raggiunto, la situazione puó solo peggiorare

Ciao ragazzuoli, ritorno su addio per una discussione

Alla fine NGI per me é una grande famiglia e anche se sono abbastanza sicuro che sto thread non mi aiuterá o risolverá i miei problemi, so che a molti fa piacere avere notizie mie private e sicuramente parlarne qua mi aiuterá un pochetto, come lo ha fatto in passato

Per di piú ne scrivo oggi perché per una serie di eventi, la ragazza che mi aveva tirato il palo anni fa e per cui ho serbato rancore e depressione oggi si laurea, é dentro al gruppo di amici che ancora frequento abbiamo risolto questa estate dopo che é venuta a trovarmi all'ospedale che ero ricoverato lontano casa e vicino a dove attualmente abita lei, ormai son felicemente fidanzato da 3 anni con una stupenda ragazza, che di meglio non potrei desiderare e che malgrado tutto e sapendo la mia condizione é sempre stato al mio fianco anche nei momenti peggiori e che sono sicuro ci sará fino alla fine, forse ho piú di quanto merito.

Quindi sono riuscito ad andare avanti sotto quell'aspetto, e mi ha fatto crescere come individuo e mi ha dato forza, la considero quasi una tappa obbligatoria della mia vita che mi ha forgiato come sono ora.

Ho trovato anni fa la forza di andare avanti, di superare molti dubbi e pormi obbiettivi a medio/breve termine, che ho anche raggiunto!

Sono riuscito a forgiami un fisico (scusate la modestia) invidiabile, che mi ha permesso di andare a fare parapendio e andare a sciare (con tutti i miei limiti, ma comunque con grande soddisfazione) e quindi da circa 5 anni vado in palestra e continuo ad andarci con qualche pausa ogni tanto, ma alla fine sto in forma

Ho recuperato molti punti di FEV1 (un indice respiratorio) e fu una sorpresa anche per i dottori, considerando che di miglioramenti noi non ne facciamo.

E la cosa che alla fine mi tormenta in questi ultimi anni, e che mi butta giú, é la mancanza di prospettive

Adesso sono in universitá, non va bene, avevo lacune dovute al mio scarso metodo di studio, ma dopo alcuni anni con scarsi risultati, l'ann oscorso ho trovato la forza e mi sono fatto un piano serio per recuperare, la sessione estiva del 2017 doveva sancire un cambiamento di pagina definitivo (con anche il supporto della mia fidanzata)

Sfortunatamente ho avuto due pneumotoraci che mi hanno ricordato chi sono veramente, e che mi hanno tolto la mai illusione a lungo termine, che avevo sempre immaginato nella mia testa ignorando consapevolmente la veritá che mi volava sopra la testa

Si é imputtanata tutta la sessione e gli studi programmati, la mia estate in volo, due tubi nel polmone a distanza di un mese uno dall'altro, l'incubo che mi aveva quasi mentalmente ucciso 6/7 anni fa circa tornava piú forte che mai a riportarmi nell'abisso

Questa volta é stato diverso, il recupero piú veloce, avevo un corpo che é riuscito a reggere bene le due botte, su cui ci avevo duramente lavorato, una ragazza, piú amici vicini a me, tante distrazioni (ringrazio chi mi legge ora su NGI o chi ci scrive, gli admin e tutti, di questa favolosa cummunity che vedo come una seconda casa)

Ma peró dopo tutto questo, che é sempre quello che ho desiderato anni fa, e che ho costruito, no nha risolto il problema, ora ho piú da perdere, vedo i miei amici che si laureano, che si fidanzano che guardano al futuro come me lo immaginavo io, iniziare a pensare di mettere su famiglia a piccolissimi passi, stabilitá economia.

Sono obbiettivi che tutti fanno, io li desidero, neanche diventare ricco, vivere una routine, uan vita normale tra qui a 15 anni.

Poi mi rendo conto e mi ricordo di cose che giá in realtá sapevo, che adesso si inizia a parlare di lista di attesa di trapianto di polmoni, di sperare di farcela, e che se anche cel facessi in max 8 anni dovrei essere trapiantato di nuovo, di avere ulteriori limiti extra dalla mia vita, una qualitá che sarebeb appena sopra l'accettabile, di avere piú cose da perdere, di no nessere pronto a finire sotto i ferri e non svegliarmi o peggio ancora morire a distanza di mesi epr un rigetto

Il terrore di operarmi per una piccola ernia, di mettere un ago, tutte cose con cui ho dovuto imparare a convivere in questi anni, ma i ltrapianto di polmoni, é troppo non sono pronto, non saró mai pronto, non voglio dentro il mio petto qualcosa che non é mio

E questo sgretola le mie piccole illusioni che mi fanno andare avanti, il mio piccolo e immaginario mondo, non trovo la forza il senso di andare avanti alcune volte, l'universitá perdere anni per cosa, per laurearmi e morire, o di andare a lavorare anche da domani e magari avere un lavoro senza abbastanza tutele per vivere tranquillamente

Vedere il mio gruppo di amici andare a sciare e io che ormai non saró piú capace di farlo, e dovermi accontentare di perdere queste piccole cose

So che forse un barlume di forza mi é rimasto e sto cercando di farla crescere e andare avanti ma questo spettro mi uccide, la mia ragazza lo sa, glielo ho spiegato anche a costo di perderla, ma é rimasta e ha deciso che rimarrá fino alla fine e se ci molleremo non sará la mia salute il motivo.

Mio padre in lacrime che mi abbraccia é che devo andare avanti, trovare la forza di non buttarmi giú e gettare tutto nel cesso, provarci fino alla fine

E io che non posso promettere niente ora e vedo molta gente che ci sta male intorno a me

Sono stato ricoverato sta settimana e le visite sono andate egregiamente, tranne una cosa, ora dovró dormire con l'ossigeno la sera per riposarmi meglio,é una cosa di cui avevo bisogno, e mi serve, avró piú energie e forse mi auterá anche a concentrarmi per studiare, ma mi rendo conto che dopo tutta sta fatica arrivare a questo punto dove piú di cosí non posso migliorare la mai condizione, inizia il lento decadimento che mi porterá alla resa di conti, e che il meglio ormai é giá passato, e sono a 24 anni.

Non so se oggi leggeró il thread, sono ad una festa di laurea con i miei cari amici, uno di quei momenti che gusto e che conservo nella mia mente gelosamente, e che voglio poter ricordare, scherzando, giocando, ridendo che mi fa dimenticare tutti i miei problemi e mi distrae da questo macigno

Last edited by meschio94; 15th March 2018 at 09:42.
meschio94 is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 09:47   #2
MC_
alias KoH / KorsatH
 
MC_'s Avatar
 
Join Date: Sep 2004
Location: Trento
Posts: 19,261
Mi spiace davvero tanto tanto MA l'unica cosa che posso davvero dirti (cap obv. Summoned) è di non abbatterti:
Non è assolutamente detto che il meglio è alle spalle perché la vita è una brutta bestia ma basta un niente per vivere un momento magico.

Never give up meschio!
Devi scrivere ancora tante tante boiate nel 3d apple Vs resto del mondo.
MC_ is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 10:07   #3
PornoRambo
The e-Drugs Xperience
 
PornoRambo's Avatar
 
Join Date: Mar 2000
Location: Vicenza e dintorni
Posts: 14,455
meschio nemmeno ti conosco personalmente, ti leggo e giuro che mi sono commosso e ora sono qui in ufficio che giustifico l'occhio lucido per il solito moscerino di merda che è attratto dagli occhi come la falena dalla luce.
Non saprei davvero cosa comunicarti se non la mia ammirazione con cui affronti la tua situazione, e vorrei dirti di non mollare, di resistere, di non arrenderti mai.
Il confronto con gli amici che costruiscono i propri progetti a lungo termine immagino sia dolorso ma è anche vero che tu stai sfruttando tutto il tuo tempo come pochissimi fanno, vivendo una vita piena e con tante soddisfazioni.
Non puoi castigarti se almeno con Università arranchi un po, certo capisco che la determinazione a fare sia determinante per rimanere concentrato in altre cose, ma tanta gente arranca con gli studi, cerca di sgomberare la mente e vedrai che ritroverai tutta la concentrazione necessaria.
Magari dirò una stuipidata ma se università ora come ora non ti da stimoli, provare a buttarti su qualcosa nel sociale? farti sponsor della tua condizione, ci sono persone determinate che riescono a rendere la propria condizione un messaggio per tutti (vedi i vari Beatrice Vio ecc) tu mi sembri una persona altamente determinata, non diamo per scontato che potresti fare la differenza.
anche se suonerà di fantozziana memoria, ti stimo moltissimo
PornoRambo is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 10:49   #4
Supalova10
Registered User
 
Supalova10's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Location: Catania
Posts: 8,585
ciao meschio non ti conosco ma ti sono lo stesso vicino

cosa studi?

il mio banalissimo suggerimento è di non mollare con gli studi, prendila con i giusti tempi ma continua

non ti abbattere e sii più forte di tutti i problemi che ti si mettono davanti
__________________
BattleTag Supalova#2811
Supalova10 is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 11:03   #5
face
hornygoofy
 
face's Avatar
 
Join Date: Jun 2009
Location: Novara
Posts: 13,554
la differenza fra te e i tuoi amici è che tu sei consapevole di quanto siamo fragili e di quanto niente sia scontato. tu sei preparato al peggio e le cannonate ti fanno un baffo, loro vanno in crisi per le spunte blu senza risposta.
affronta la vita con coraggio e dignità come si capisce che hai sempre fatto, ti ammiro molto per lo spirito combattivo più che per i risultati concreti che hai ottenuto, quelli potevano anche non arrivare: ciò che conta è il sentiero che ci si sceglie e che si percorre, più che arrivare o no in cima.
face is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 15:34   #6
hackboyz
Sir Lionel Luckhoo
 
hackboyz's Avatar
 
Join Date: Feb 2002
Posts: 4,760
Forza!

Hai già dimostrato di farcela, ed alla grande, per cui non devi e non PUOI avere paura di non farcela ora. Non solo ci hai provato, ma hai ottenuto dei risultati concreti!

Già solo questo dovrebbe allontanare qualsiasi timore e darti anzi la spinta giusta. Non affidarti troppo agli altri. Certo ti aiutano a sentirti bene (ragazza, amici, le lolline, wygga bannato per 12 mesi) ma è dentro di te che devi trovare le giuste motivazioni.

Anche io consiglio di non mollare l'uni, a meno che tu stia facendo un corso di laurea al quale non riesci proprio ad appassionarti: nel caso, riflettici. Per esperienza lo studio (come il lavoro) difficilmente sono piacevoli. Penso che hai ben presente il piacere di ottenere un risultato (piccolo o grande che sia) dopo esserti sacrificato. Beh, continua per quella strada senza dover cercare per forza un fine ultimo o un obbiettivo a lungo, lunghissimo tempo. Un percorso pieno di tante piccole soddisfazioni è molto meglio di uno con una sola ed ipotetica grande soddisfazione finale (e quale poi? famiglia, figli? lavoro fighissimo? spesso nascondono delle chimere e spesso, se raggiunte, vengono sostituite da traguardi ancor più lontani ed irragiungibili, che alimentano unicamente una perenne ed altalenante delusione).
__________________
Le statistiche dicono che i fuori sede sono gli ultimi dei romantici.
hackboyz is offline   Reply With Quote
Old 15th March 2018, 21:17   #7
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 24,417
Vecchio compagno di giochi, mi hai fatto preoccupare tantissimo ma ho letto il thread e devo dire che, come sempre, alla fine di tutto, sei uno sbarbatello come tutti noi

Senza entrare nelle tue naturali riflessioni sulla fragilità della vita, capisco le tue ansie sul futuro. Empatizzo perché anche io ho ritardato la prima laurea e ho sofferto vedendo la gente intorno a me che si sentiva realizzata mentre io mi schifavo perché perdevo tempo e facevo fare sacrifici i inutili. Gli anni universitari erano fighissimi finché li vivevi in mezzo al fango con tutti, ma poi tutti sono usciti, tu ci rimani e non sai più a quale mondo sentirti appartenente.

Queste esperienze ti fanno capire che il corso della vita è diverso per tutti, alcuni capiscono quello che vogliono più tardi di altri, altri prima, ma la vita di chi parte più tardi non è una vita sprecata o che vale meno. Ti dico solamente che non sei l'unico a soffrire del tuo futuro, ci sono migliaia di persone come te in balia di scelte non fatte ed incertezze ed il tuo stare male è un processo di apprendimento che ti porterà alle sue conclusioni e alla tua maturità. La gente come te, che soffre per qualcosa, per il proprio futuro, magari si nascondeva davanti ai tuoi occhi tra i banchi dell'università e dietro i cocktail delle feste tra gli Erasmus. Alla fine dei giochi ci accomuna tutti il fatto di essere in qualche modo rotti, la perfezione e la sicurezza che vedi nei tuoi compagni è tale solo al tuo sguardo di ragazzo che si sente solo nelle tue sofferenze.

La tua malattia si mette in mezzo ai tuoi pensieri ma hai già dimostrato a te stesso che è possibile non solo vivere, ma anche metterla in culo alle "sfighe", qualunque sia il destino che crediamo ci sia stato affidato. Lotta sempre per il tuo futuro, trova sempre il modo di appigliati a qualcosa, come hai già fatto e come, sono sicuro farai.

Un enorme consiglio che ti posso dare è provare a fare un po di terapia. Hai già dimostrato a chiunque che sei in grado di processare e reagire a cose per noi enormi ed incomprensibili, ma una mano a mettere insieme le tue riflessioni, i tuoi pensieri non può fare altro che farti bene

Meschio
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click

Last edited by CrisM1; 15th March 2018 at 21:21.
CrisM1 is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 10:20   #8
Dn2k!
The e.chemicXperience
 
Dn2k!'s Avatar
 
Join Date: Jan 2008
Location: Roma
Posts: 5,568
Caro Meschio studiare una cosa che ti piace, almeno per me, è stata una grandissima gioia e fonte di soddisfazione. Non ti serve programmare il futuro secondo me, appassionati e vedrai che non ti peserà studiare ma soprattutto fare una cosa che piace dona tutta la gioia di cui abbiamo bisogno.
__________________
Donna che non paghi non sai quanto ti costa
Dn2k! is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 14:06   #9
Khaderbai
Registered User
 
Khaderbai's Avatar
 
Join Date: Aug 2013
Posts: 556
Alla fine il gioco è lo stesso, con le dovute proporzioni, anche per chi non è malato di fisico. Ma parafrasando face, hai vinto: hai scoperto i tuoi limiti e li hai superati. Questo fa già di te un uomo più che degno di stima. Per il resto quoto CrisM1 che ha riassunto molto bene quello che avrei voluto dire io.
__________________
Tendency to complexity
Khaderbai is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 15:30   #10
Hage
Vinthage is bettah
 
Hage's Avatar
 
Join Date: Nov 2001
Posts: 5,078
Oh finalmente, pensavo di essere l'unico vecchio scorreggione ad aver avuto problemi di polmoni qui su ngi

A 26 anni nel giro di pochi mesi ho fatto 4 pneumotoraci e dopo l'ultimo ho subito una toracoscopia in VATS che sembra avermi risolto il problema. Ho avuto una patologia totalmente diversa dalla tua ma sia io che te sappiamo benissimo cosa vuol dire andare in giro con il bottiglione e le canne...porco zio sembra di essere un borg per non parlare poi di sperare che nessuna delle canne che ti infilano nelle costole vada a raschiare la parete toracica dandoti fastidi enormi.
Ne avevo 1 davanti, 2 di lato sotto l'ascella e 3 dietro nella schiena. Per 4 stracazzo di volte...mai più....sul serio...mai più.

Per quanto riguarda il trapianto dovresti prendere in considerazione la parte mezza piena del bicchiere e non quella mezza vuota.
Se devo scegliere tra l'aspettativa di vita più corta con annessi pneumotoraci e conseguenti rotture di maroni nel passare un periodo di tempo come un borg, mentre dall'altra parte sottopormi ad un trapianto, io personalmente, vado a testa bassa e parto alla carica senza indugio scegliendo il trapianto. Ma senza pensarci manco 2 volte.

Hai perso qualche falcata nel percorso rispetto ad altri che correvano insieme a te ma questo dovrebbe essere motivo di stimolo per recuperare a pieno dato che la buona volontà non ti manca e cosa più importante hai una persona che ti è vicina e che ti vuole bene.
Aggrappati più che puoi ai tuoi desideri e al pensiero di avere un futuro con lei perché è questo che fa la differenza rispetto a chi si arrende.

Non è vero che adesso il meglio è già passato. Smettila di pensare alle cose del passato e guarda avanti perché è là che devi arrivare.

Il trapianto è lo step che ti permetterà di andare avanti, magari non potrai più andare a sciare ma ti posso garantire che avere la pancetta e le maniglie della felicità a 40 e passa anni può essere anche un motivo di vanto
__________________
"Testiculos habet et bene pendentes"

Last edited by Hage; 16th March 2018 at 16:00.
Hage is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 16:39   #11
Amon
Game Admin
 
Amon's Avatar
 
Join Date: Dec 2000
Location: Grosseto
Posts: 8,260
In situazioni come questa è sempre difficile dire qualcosa di non banale perchè non provando sulla propria pelle certe problematiche e sensazioni non si può avere una percezione corretta della cosa quindi mi limiterò a parlare dei fatti.

Meschio, da quando presi la tua situazione personale a cuore e mi presi la responsabilità di condividerla sul forum (e qualcuno, pochi per fortuna, ebbero anche da che ridire e si colorarono di rosso) proprio perchè questa è per molti di noi una famiglia, di strada ne hai fatta, hai combattuto, sei andato avanti ed hai raggiunto dei traguardi che sicuramente quel giorno non avresti mai potuto immaginare di raggiungere....e sei stato tu a riuscirci perchè l'hai voluto ed hai trovato la forza per farlo....in quel momento, giorno dopo giorno.

Concludo lasciandoti questa frase:

"Domandarono al Buddha perché i suoi discepoli sembrassero sempre così allegri; la sua risposta fu: non rimpiangono il passato né si preoccupano del futuro; vivono nel presente, ecco perché sono gioiosi".

Lo so, non è facile applicare nella vita di tutti i giorni il concetto sopra espresso e non lo è sopratutto nella tua situazione ma se rimani vincolato al loop del passato e di cosa ti aspetta nel futuro, non riuscirai a vivere il presente al massimo della tua forza.

Il futuro parte da ora, da questo presente, da questo istante.

Hai altri traguardi da raggiungere, godi di ogni momento come se fosse l'unico.

"Qui" ed "ora" Meschio
__________________
Starcraft2 Clan: OldSchoolClan

Admin iTa Brood War & Wc3: TfT for WCG - Ngi Lan 02-03-04-05-06 Admin Bw/TfT Ilp - SmauIlp - Wcg 2006/2007 Referee

Si vis pacem, para bellum.
Amon is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 18:45   #12
meschio94
essere meschino
 
meschio94's Avatar
 
Join Date: Nov 2009
Location: MoDna
Posts: 7,487
Studio Ing informatica

La scorsa volta mi pare di essere riuscito a sbloccarmi mentalmente, se ricordo bene, imponendomi che dovevo arrangiarmi e la mia vita l'avevo in mano io, che avrei dovuto combattere per me stesso, perché nessun oci sarebbe stato per me, per avere qualcosa dalla vita

Questo mi ha portato a tutti i risultati che ho avuto ora, la filosofia portante che seguivo fu una evoluzione forzata da me, del fatto che la persona che in quel periodo pensavo di amare e che pensavo fosse ricambiato, mi aveva lasciato a piedi in uno dei momenti piú difficili della mia vita, e che mi sentivo solo

Ponendomi come obbiettivo principale la mia individualitá, mi ha permesso di essere una persona migliore, prima di tutto per me stesso ma anche per gli altri (inteso come partner), piú sicura di se, con autostima, che sapeva strappare dalla vita quello che voleva

Questo mi ha portato a livelli di cinismo incalcolabili, tanto é vero che come qualcuno menzionava, la proposta di diventare un motivatore per la mia condizione, che é una cosa che non mi sento dire per la prima volta.

La veritá é che (oltre al fatto che parapendio, legalmente parlando, sono al limite della legislazione corrente, ed esponendomi pubblicamente potrebbe diventare "pericoloso", visto che qualcuno potrebbe bloccarmi) il cinismo come prodotto di scarto, mi ha portato a disprezzare se cosí vogliamo dire, le altre persone che ho conosciuto con la mia patologia (quelle poche che ho visto, considerando che non ci é permesso vederci per motivi di salute) perché ognuno combatte la quotidianitá a modo suo e vedo molti ragazzi che si son giá buttati via se cosí diciamo (situazione in cui ero finito pure io), uno dei punti che mi dava forza, é che io ero "diverso", e non sarei finito come loro avrei preso la mia vita in mano e ce l'avrei fatta.

Ma in realtá era un concetto falso che mi ero infuso artificialmente, che mi ha aiutato in un certo senso, ma col senno di poi era uno scappare(negare) dalla realtá, e quando poi ho dovuto fare i conti con i fatti, la strategia adottata non ha pagato sul lungo termine a livello psicologico...


qualcosa ho guadagnato, meglio di niente, ma ora mi trovo quasi punto a capo a livello mentale, in un contesto diverso che sta cambiando le carte in tavola, e alcune volte mi rendo conto che faccio le cose non per me, ma per gli altri, e questo mi porta alla conclusione che la forza che mi ha permesso di superare tutto la scorsa volta, non é piú applicabile in questo contesto, e devo metabolizzare il tutto nel modo giusto, arrivare "oltre", farlo per gli altri perché in realtá lo voglio per me stesso

Ovvero che sono io che voglio che gli altri non ci stiano male, e quindi devo farlo per me

Ma ho dei momenti di quotidianitá dove la testa divaga in un futuro forse non cosí lontano, dove mi vedo morto, e vedo i miei cari e amici che vengono a salutarmi un ultima volta e la mia persona rimane viva nei loro ricordi, e mi si riempiono gli occhi, fino a riprendere il controllo mentale per bloccare la lacrimazione

(da ateo non credo all'aldilá)

E mi abbattono questi momenti.

La mia parte logica cerca di combattere la parte emotiva che gli sta puntando una pistola contro, tnendola a bada, che é inutile guardare la destinazione, e non é importante quando ci arrivi ma come, il viaggio

Peró non riesco ancora ad accettare tutto e a superarlo, stare a casa a recuperarmi fisicamente in sto periodo diciamo che non ha aiutato, lasciando divagare troppo la mente, la citazione di Amon é un qualcosa che forse avevo giá quasi raggiunto, ma non riesco ad applicare, un amico mi ha pure fatto vedere quest'altra citazione parlandoci di bojack horseman (che non seguo, e mi ha consigliato di non guardare se ora son cosí depresso), che penso sia vicino a quella di amon in un certo senso:




Hage io sono al 3, l'operazione che hai fatto mi é stata proposto coem ultima spiaggia per risolvere il problema si fosse presentato a breve termine, ma é un rischio per me, perché potrei infettare i polmoni peggiorando la situazione instabile che ho e sopratutto fondendo la pleura alla parete, comporta un ulteriore rischio e lavoro quando verró trapiantato, visto che dovranno staccarla e grattarla, in pratica riduco le possibilitá di successo e aumento quelle di complicazioni
meschio94 is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 20:46   #13
Hage
Vinthage is bettah
 
Hage's Avatar
 
Join Date: Nov 2001
Posts: 5,078
Si infatti
E' proprio quello che mi hanno fatto. Mi hanno praticamente cementificato il polmone alla parete.

Hai enfisemi bollosi ?
__________________
"Testiculos habet et bene pendentes"
Hage is offline   Reply With Quote
Old 16th March 2018, 20:48   #14
meschio94
essere meschino
 
meschio94's Avatar
 
Join Date: Nov 2009
Location: MoDna
Posts: 7,487
Quote:
Originally Posted by Hage View Post
Si infatti
E' proprio quello che mi hanno fatto. Mi hanno praticamente cementificato il polmone alla parete.

Hai enfisemi bollosi ?
Fibrosicistica
meschio94 is offline   Reply With Quote
Old 20th March 2018, 01:15   #15
neenster
Cultist of the dead cow
 
Join Date: Nov 2008
Posts: 1,289
Mi e' molto difficile darti consigli, come penso a tutti. Mi sento di fare solo 2 osservazioni:
Quote:
Ma ho dei momenti di quotidianitá dove la testa divaga in un futuro forse non cosí lontano, dove mi vedo morto, e vedo i miei cari e amici che vengono a salutarmi un ultima volta e la mia persona rimane viva nei loro ricordi, e mi si riempiono gli occhi, fino a riprendere il controllo mentale per bloccare la lacrimazione
Questo e' un pensiero che tantissime persone anche senza patologie gravi hanno, a volte: anche io lo ho. La paura della morte, il suo pensarci, triggerato da X o Y, e' umana. Quando le hai di frequente, vuol dire che sei triste. Se le hai troppo spesso, dicono si chiami depressione, ma non sono un medico. Ma e', in molti casi, una ricorrenza "normale" che tutti possiamo avere, e che tutti affrontiamo. Se sei triste, cura la tristezza, ma non legarla per forza alla tua condizione.

La seconda cosa e' legata al titolo del thread: come sai che hai "raggiunto l'apice"? Come tu stesso hai scritto, qualche anno fa alcune cose, tipo una relazione funzionante, alcuni sport, ti sembravano irraggiungibili... Non autolimitarti, e/o non lasciare che siano momenti di tristezza a farti considerare le prospettive di vita. Hai fatto tanto, puoi fare ancora tantissimo. Davvero, non potrai mai sapere quale sara' "l'apice".
neenster is offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 02:04.



Copyright 2017-2024 by netgamers.it