Supporta il tuo Forum su Patreon!
 
  > Register  
  > Calendar  
  > Member List  
 
  > Support your Forum  
  > Today's Posts  
   

Go Back   netgamers.it > NetGamers Life > Agorà

Reply
 
Thread Tools Rate Thread
Old 12th February 2021, 20:20   #16
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
a me da l'idea che siano cambiati anche gli standard, se all'epoca ti chiedevano se la vita relazionale era soddisfacente gli davi un 8, adesso 4. certe situazioni poco piacevoli, certi compromessi nella famiglia etc, si percepivano più accettabili e tollerabili.
la sorella di mia nonna (ma pure i figli) le prendeva un giorno sì e l'altro pure e il resto della famiglia non aveva molto da eccepire perchè comunque era un marito che imponeva la disciplina, oggi è cambiato lo standard di cosa è "accettabile e soddisfacente" in un rapporto.

poi forse stiamo parlando di temi diversi, non saprei
Quote:
Originally Posted by Malanic View Post
Oppure semplicemente abbiamo un'analisi della casistica con protocolli metodologici piu' strutturati e continui associati al contempo ad una fortificazione delle aspettative ed un continuo confronto semi-agonistico in dinamiche sempre piu' vaste.
mi sembra che dici le mie stesse cose, ma meglio

Last edited by CrazyWildhog; 12th February 2021 at 20:21.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:23   #17
Il FaS
65 Kg di cazzimma
 
Il FaS's Avatar
 
Join Date: Nov 2000
Location: Tra 6 Sentieri e 4 Vite
Posts: 41,674
Quote:
Originally Posted by CrazyWildhog View Post
lo stigma in realtà non ha fatto molti passi avanti, paradossalmente sono stati fatti più avanzamenti sulle questioni gender e di altra natura, il disturbo mentale a livello sociale resta comunque l'elefante nella stanza da ignorare, tuttalpiù deridere o minimizzare
Beh oddio.
Se mi dici che si devono ancora fare un sacco di passi in avanti, allora mi trovi d'accordissimo.
Ma che non se ne siano gia' fatti un sacco, dai 60 ad oggi, mi sembra una tesi un po' troppo pessimista.

Ammetto pero' che la mia e' piu' un'opinione di stomaco derivante dalle mie personali esperienze e frequentazioni, piuttostoche un'opinione basata su grandi numeri, ricerche e studi.
__________________
and i know we can't turn back all the years
time reflected in a shade of gray
but i often wonder what could have been
and i still hold on to yesterday

cit. Adre: Carota appesa a una molla a un soffitto che pigia tasti a caso su una tastiera tedesca
Il FaS is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:25   #18
Shenlong
Draconic deity
 
Shenlong's Avatar
 
Join Date: Jul 2001
Posts: 18,477
Quote:
Originally Posted by Shpongle View Post

La parte che suggerisce che non è corretta è che le idee progressiste in sé, che hanno un approccio poco tollerante verso le propensioni culturalmente discriminatorie che tutti abbiamo, esacerbino questi incanalamenti nell'alt-right. In realtà, se fossero più morbide, non cambierebbe nulla: l'elasticità eventuale del progressismo soft verrebbe usata come spazio in cui inserire idee egualmente discriminatorie.
Sì più o meno intendevo questo, ma in generale suggerivo di puntare più alla "rieducazione" di chi legittimamente crede alle tesi incel, redpiller etc piuttosto che alla loro demonizzazione.

Alla fine Chuck ha pazienza con questo suo amico perchè lo conosce in real e sa che non è una cattiva persona o necessariamente in malafede. Se fosse un utente che posta su questo thread sarebbe accusato (anche e sopratutto da te) di essere un concern troller ed etichettato come affetto da un peccato originale incurabile con il dialogo.

Che è paradossale perchè i progressisti sono generalmente lassisti con criminali e delinquenti perchè "poverini e bisogna capirli" quando si parla del ladro che ti svaligia la casa ma incredibilmente astiosi contro persone che si macchiano del peccato di andare contro le tesi progressiste a livello dialettico.
__________________

"Justice will prevail, you say? But of course it will! Whoever wins this war becomes justice!”
"My chief want in life is someone who shall make me do what I can"
Shenlong is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:25   #19
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
poi un'altra cosa che ha aumentato la percezione di esclusione sociale (oltre ai motivi economici che ben sappiamo) potrebbe essere il venir meno di molti aggregatori sociali del secolo scorso: la religione, il partito, che fungevano da collanti sociali in tutti gli ambiti.
venuti meno (nei paesi occidentali almeno) questi due grossi aggregatori monolitici, che aiutavano a far sentire parte di un grande insieme l'individuo, la percezione di isolamento è aumentata, le differenze individuali vengono fuori maggiormente.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:25   #20
Bard
Aka -]NeMo[-
 
Bard's Avatar
 
Join Date: Nov 2000
Location: Magnagatti DOC
Posts: 33,000
Non s'è mosso un cazzo se non che ora la cosa viene tollerata dalle generazioni più giovani, ma dalla nostra in su la malattia mentale è ancora una cosa da ignorare, far finta di niente, minimizzare, tenere nascosta, etc
__________________
_██_
.o_ರೃ INDEED.
Bard is online now   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:28   #21
Shenlong
Draconic deity
 
Shenlong's Avatar
 
Join Date: Jul 2001
Posts: 18,477
Quote:
Originally Posted by CrazyWildhog View Post
poi un'altra cosa che ha aumentato la percezione di esclusione sociale (oltre ai motivi economici che ben sappiamo) potrebbe essere il venir meno di molti aggregatori sociali del secolo scorso: la religione, il partito, che fungevano da collanti sociali in tutti gli ambiti.
venuti meno (nei paesi occidentali almeno) questi due grossi aggregatori monolitici, che aiutavano a far sentire parte di un grande insieme l'individuo, la percezione di isolamento è aumentata, le differenze individuali vengono fuori maggiormente.
Sì la perdita di "comunità" (anche banalmente andare all'oratorio piuttosto che stare a casa a giocare a fortnite) ha un impatto profondissimo.
__________________

"Justice will prevail, you say? But of course it will! Whoever wins this war becomes justice!”
"My chief want in life is someone who shall make me do what I can"
Shenlong is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:29   #22
Malanic
For Ugly
 
Malanic's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Posts: 16,093
Quote:
Originally Posted by CrazyWildhog View Post
a me da l'idea che siano cambiati anche gli standard, se all'epoca ti chiedevano se la vita relazionale era soddisfacente gli davi un 8, adesso 4. certe situazioni poco piacevoli, certi compromessi nella famiglia etc, si percepivano più accettabili e tollerabili.
la sorella di mia nonna (ma pure i figli) le prendeva un giorno sì e l'altro pure e il resto della famiglia non aveva molto da eccepire perchè comunque era un marito che imponeva la disciplina, oggi è cambiato lo standard di cosa è "accettabile e soddisfacente" in un rapporto.

poi forse stiamo parlando di temi diversi, non saprei


mi sembra che dici le mie stesse cose, ma meglio
Scusami. Non volevo essere il tuo eco, ho risposto istintivamente al post riguardante gli anni '60 senza leggere preventivamente i successivi.

Comunque nella societa' attuale forse semplicemente si presta troppa attenzione alla propria immagine pubblica, e spesso con essa legata alla propria autostima, in relazione ad individui sconosciuti di cui viene mostrata solamente una parziale ed artefatta porzione d'esistenza ma nei cui confronti viene costruito il modello di riferimento partecipativo e valutativo; paradossale considerate le caratteristiche del medium ed il contesto sociale d'appartenenza.

L'esplosione delle opportunita' di determinare logiche, distorte ed illusorie, comparative chiaramente intrisecamente perdenti, l'esaltazione dell'eccellenza della prestazione quale metro comparativo a discapito di una riuscita sintesi mediana, immagino abbia prodotto prodigi in termini di avvilimento ed ansia da prestazione collettiva, in praticamente ogni ambito della sfera sociale umana presumo.

Last edited by Malanic; 12th February 2021 at 20:41.
Malanic is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:30   #23
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
Quote:
Originally Posted by Il FaS View Post
Beh oddio.
Se mi dici che si devono ancora fare un sacco di passi in avanti, allora mi trovi d'accordissimo.
Ma che non se ne siano gia' fatti un sacco, dai 60 ad oggi, mi sembra una tesi un po' troppo pessimista.

Ammetto pero' che la mia e' piu' un'opinione di stomaco derivante dalle mie personali esperienze e frequentazioni, piuttostoche un'opinione basata su grandi numeri, ricerche e studi.
no, sono due cose diverse.

a livello di diagnosi e terapia, come rimarcavano anche char e malanic, moltissimo si è fatto.

a livello di consapevolezza sociale e soprattutto stigma invece zoppichiamo ancora, perchè è un argomento che a differenza di altri semplicemente non viene molto affrontato, o nella maniera corretta. mentre di sessismo e razzismo, coi mille limiti del caso, di qualcosa si discute, la malattia mentale continua socialmente ad essere il grande tabù, una cosa di cui parlare sempre sottovoce o al massimo in tono canzonatorio, quando non riguarda noi.

esiste il gay pride, il black pride, il femminism pride, il mind pride che io sappia no (vabbè ho inventato un termine). che ci può stare faccia anche più paura perchè mentre le prime tre di per sè non sono un problema (lo è solo la reazione sociale), la malattia mentale comunque è di per sè una patologia, per cui è difficile che chi ne soffre possa in qualche maniera rivendicarla con orgoglio (capita sicuramente, ma è un discorso diverso).

cioè essere nero, gay o donna di per sè non è molto diverso dall'essere alto, peloso o con gli occhi chiari, non è una patologia, è uno stato d'essere.
soffrire di patologie mentali è invece di per sè problematico al netto della reazione sociale, che certo non fa che peggiorarlo ulteriormente e che non sa minimamente come approcciare la questione

Quote:
Originally Posted by Shenlong View Post
Sì la perdita di "comunità" (anche banalmente andare all'oratorio piuttosto che stare a casa a giocare a fortnite) ha un impatto profondissimo.
la religione tantissimo, ma anche il partito nel secolo scorso faceva una funzione simile, con ritrovi, appartenenza di gruppo, forme di dogmi etc

Last edited by CrazyWildhog; 12th February 2021 at 20:31.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:36   #24
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
Quote:
Originally Posted by Bard View Post
Non s'è mosso un cazzo se non che ora la cosa viene tollerata dalle generazioni più giovani, ma dalla nostra in su la malattia mentale è ancora una cosa da ignorare, far finta di niente, minimizzare, tenere nascosta, etc
guarda bard, pure quelle giovani non la passano tanto bene, perchè a differenza delle altre questioni proprio non se ne parla, il reparto psichiatrico resta un luogo oscuro da temere ed evitare, il pazzo è pericoloso e imprevedibile e potrebbe toccare pure a te di esserlo etc.

basta vedere qua sul forum, c'è un (sacrosanto) 3d sul sessismo regolamentato etc ma manca uno sulle malattie mentali.
ovviamente non è e non vuole essere una polemica su questo 3d, meglio chiarirlo subito, è semplicemente che manca proprio probabilmente la voglia di discuterne organicamente (mi si potrebbe dire che le malattie mentali sono meno diffuse, ma in realtà ansia e depressione hanno un'incidenza abbastanza significativa, per milioni di motivi tra cui sicuramente la situazione economica e sociale) se non con sporadici interventi di qualcuno più coinvolto nell'argomento.

eppure anche qui ci sono diversi utenti che hanno già parlato della loro situazione, ed è verosimile pensare che un'altra buona fetta ne sia coinvolta ma preferisce non parlarne.

Last edited by CrazyWildhog; 12th February 2021 at 20:38.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:37   #25
Bard
Aka -]NeMo[-
 
Bard's Avatar
 
Join Date: Nov 2000
Location: Magnagatti DOC
Posts: 33,000
Ma qual sul forum siamo dei vecchiazzi

I miei (pochi) contatti con la generazione più giovane (diciamo under 25) mi han fatto ben sperare, se ne parla, si tenta di capire. Poi è ovvio che cambia parecchio anche con la forma che prende, se il risultato del tuo disturbo mentale è "odio le donne, maledetti SJW, il governo dovrebbe darmi una schiava da scopare" di certo non aiuta.

Attorno alla mia età c'è ancora gente che la tratta come se fosse possessione demoniaca, roba da medioevo proprio.



Figurati che il mio migliore amico è un medico (non del campo) e ogni tanto ancora tenta di "curarmi" coi rimedi della nonna, tipo "ma hai provato a non pensarci?"

Poi ovvio, è empirico.
__________________
_██_
.o_ರೃ INDEED.

Last edited by Bard; 12th February 2021 at 20:41.
Bard is online now   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:39   #26
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
Quote:
Originally Posted by Bard View Post
Ma qual sul forum siamo dei vecchiazzi

I miei (pochi) contatti con la generazione più giovane (diciamo under 25) mi han fatto ben sperare, se ne parla, si tenta di capire. Attorno alla mia età c'è ancora gente che la tratta come se fosse possessione demoniaca, roba da medioevo proprio.

Figurati che il mio migliore amico è un medico (non del campo) e ogni tanto ancora tenta di "curarmi" coi rimedi della nonna, tipo "ma hai provato a non pensarci?"

Poi ovvio, è empirico.
conosco anch'io under 25 e non ho avuto quest'impressione, ma probabilmente dipende anche dall'ambiente di riferimento. se mi dici questo meglio guarda, ci mancherebbe.

l'amico

vabbè ma ne senti di tutti i colori, è proprio la totale incapacità di gestire la cosa, secondo me alle volte è una modalità quasi scaramantica da allontanare da se una questione incomprensibile e spaventosa

Last edited by CrazyWildhog; 12th February 2021 at 20:41.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:45   #27
Il FaS
65 Kg di cazzimma
 
Il FaS's Avatar
 
Join Date: Nov 2000
Location: Tra 6 Sentieri e 4 Vite
Posts: 41,674
Quote:
Originally Posted by CrazyWildhog View Post
no, sono due cose diverse.

a livello di diagnosi e terapia, come rimarcavano anche char e malanic, moltissimo si è fatto.

a livello di consapevolezza sociale e soprattutto stigma invece zoppichiamo ancora, perchè è un argomento che a differenza di altri semplicemente non viene molto affrontato, o nella maniera corretta. mentre di sessismo e razzismo, coi mille limiti del caso, di qualcosa si discute, la malattia mentale continua socialmente ad essere il grande tabù, una cosa di cui parlare sempre sottovoce o al massimo in tono canzonatorio, quando non riguarda noi.
Capisco cosa intendi e ci puo' stare, solo non riflette la mia esperienza personale.

E' un argomento che, toccandomi indirettamente ma da vicino, mi trovo ad affrontare spesso con chi mi circonda (statisticamente persone tra i 25 ed i 60 anni).

Sicuramente, come diceva Bard, le nuove generazioni hanno molta piu' apertura mentale, empatia e tolleranza, rispetto alle vecchie generazioni.

Ma trovo che anche le vecchie generazioni, oltre che la mia generazione stessa (40 anni), abbiano quantomeno posizioni piu' morbide, rispetto a quelle di 20 anni fa. Dove prima potevano tendere a vedere un paranoico come un pericoloso pazzo da evitare, rinchiudere in manicomio ed andare di elettroshock, ora tendono a vederlo maggiormente come una vittima bisognosa di aiuto. Magari ancora ci si tengono a distanza, ma il trend mi fa ben sperare.
__________________
and i know we can't turn back all the years
time reflected in a shade of gray
but i often wonder what could have been
and i still hold on to yesterday

cit. Adre: Carota appesa a una molla a un soffitto che pigia tasti a caso su una tastiera tedesca
Il FaS is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 20:52   #28
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
sicuramente c'è un miglioramento di generazione in generazione, ma continuo a vederlo in generale come tabù, e ho esperienza abbastanza ampia in merito.

molto poi fa il contesto (provincia/città etc), ma vista l'ampia diffusione delle patologie mentali (ansia e depressioni in primis, ma pure esaurimenti legati a carichi di stress eccessivi, e sono quelle più comuni nella nostra società) mi pare se ne parli comunque troppo poco in generale, proprio come se non esiste. cioè non parliamo di patologie rare e poco conosciute, parliamo veramente di situazioni abbastanza comuni, eppure restano sempre un pò in ombra.

poi certo il trattamento e la diagnosi hanno fatto invece passi DA GIGANTE rispetto al passato, un pò come tutta la medicina.
da terapie farmacologiche più mirate, diagnosi e studio più specifici etc, ci mancherebbe, io parlavo proprio di percezione sociale sopra
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 21:02   #29
Shenlong
Draconic deity
 
Shenlong's Avatar
 
Join Date: Jul 2001
Posts: 18,477
Bhe in italia la cultura sulle malattie mentali è sostanzialmente 0, ansia e depressione vengono ancora viste come problemi personali che passano tryhardando hard enough e sopratutto i boomers ti rispondono "hai tutto e non sei soddisfatto vergognah!1", i disturbi di personalità sono sconosciuti e la gente (anche giovane) rifiuta di farsi educare preferendo imporre il proprio modo di ragionare da neurotipico piuttosto che stare ad ascoltare chi ha perso tempo a leggere e informarsi sul disturbo etc.

Anche perchè la ggggente pensa che il malato di mente è quello che passa il tempo avedo visioni, sente le voci o prende a testate i muri. Tantissimi sono high-functioning e non lo sospetteresti mai nella vita se non ci leghi a loro tantissimo.
__________________

"Justice will prevail, you say? But of course it will! Whoever wins this war becomes justice!”
"My chief want in life is someone who shall make me do what I can"

Last edited by Shenlong; 12th February 2021 at 21:07.
Shenlong is offline   Reply With Quote
Old 12th February 2021, 21:07   #30
CrazyWildhog
Registered User
 
CrazyWildhog's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Posts: 12,529
ma assolutamente sì, non so come sia all'estero ma posso immaginare nei paesi più progressisti meglio (anche se pure tipo in svezia se non erro l'incidenza ad esempio dei suicidi è abbastanza elevata, nonostante uno stato sociale certamente più presente del nostro) ma non ho conoscenze certe.

ma basta vedere in questo stesso 3d un utente che esprimeva un disagio di questo tipo è gli stato risposto a totalmente a cazzate (cosa vuoi che sia, smetti di mangiare), e ngi è (dovrebbe essere) mediamente più progressista e informata della media nazionale.

comunque stiamo andando parecchio ot, se l'argomento interessa e un mod ha il cuore magari si potrebbe splittare

Last edited by CrazyWildhog; 12th February 2021 at 21:09.
CrazyWildhog is offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 22:53.



Copyright 2017-2024 by netgamers.it