Supporta il tuo Forum su Patreon!
 
  > Register  
  > Calendar  
  > Member List  
 
  > Support your Forum  
  > Today's Posts  
   

Go Back   netgamers.it > NetGamers Life > Real Life > Cinema, Telefilm e Home Theater

Reply
 
Thread Tools Rate Thread
Old 2nd February 2011, 16:37   #46
Rehn Freemark
Pagan Savior
 
Rehn Freemark's Avatar
 
Join Date: Jun 2000
Location: Down The Rabbit-Hole
Posts: 36,850
Sì ma qualcosa di meno ovvio da dire? Poi che facciano i film perchè vende non dice niente sulla qualità dell'autore, dice appunto solo che vende. E che un autore che vende tanto venga pagato tanto non mi sembra abbia niente di sbagliato concettualmente... se l'autore fa cagare casomai il problema è che non dovrebbere vendere, ma non certo che non dovrebbe essere pagato.
__________________
I don't like mondays.

www.gamemag.it
Rehn Freemark is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 16:44   #47
Evangelion
under a killing moon
 
Evangelion's Avatar
 
Join Date: Oct 2000
Location: livorno
Posts: 45,562
schidzo sei accecato dalla gelosia.

Tra l'altro spari a caso mancando il bersaglio.

King vende il libro per 2500 dollari, e solo quando ha un enorme successo con l'edizione economica (vende un milione di copie negli anni 70 tipo) gli arrivano i soldi.

Percio' indipendentemente da quanto rosichi king viene pagato perche' vende, non il contrario.
Evangelion is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 16:48   #48
Graf Schmidt
Scazzato Leggendario
 
Graf Schmidt's Avatar
 
Join Date: Dec 1999
Posts: 21,700
Ma sai che sono verboso e mi piace ribadire l'ovvietà.

A parte questo costrutto logico ingarbugliato, non ci siamo capiti . Non ho detto che vende->fa cagare.
Ho detto rispettivamente:
1) King è sopravvalutato;
2) King vende tanto, ma benché abbia una prosa superiore alla media, ha svariati altri difetti;
3) E' uno zotico ignorante;
4) Nelle sue storie è difficile che riesca a chiudere tutto quello che ha imbastito senza un finale che non sia una palese merdata.

Dopodiché ho fatto una semplice allusione al sistema dei capitali americano: se King viene pagato 1 milione di dollari, come ha dimostrato la crisi partita da quella nazione "a forma di tazza del cesso" (cit. da My name is Earl), vuol dire che quel milione di dollari qualcun altro l'ha perso, e non necessariamente i suoi lettori.
__________________
Now powered by I-Ching
feroce fondamentalista trekker
“A doctor can bury mistakes, an architect can only advise their client to plant vines.”
Frank Lloyd Wright
Graf Schmidt is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 16:52   #49
Graf Schmidt
Scazzato Leggendario
 
Graf Schmidt's Avatar
 
Join Date: Dec 1999
Posts: 21,700
Quote:
Originally Posted by Evangelion View Post
schidzo sei accecato dalla gelosia.

Tra l'altro spari a caso mancando il bersaglio.

King vende il libro per 2500 dollari, e solo quando ha un enorme successo con l'edizione economica (vende un milione di copie negli anni 70 tipo) gli arrivano i soldi.

Percio' indipendentemente da quanto rosichi king viene pagato perche' vende, non il contrario.
Eh? Non credo funzioni proprio così.
Poi bisogna vedere come funziona il sistema dei diritti di proprietà intellettuale in America rispetto all'Italia.
Che venda a 2500 dollari il testo, bisogna vedere se è così per tutti , se magari trovi più dati, citi più fonti, posso anche crederti, se no è uno scontro d'opinioni e basta.
Poi mi pare ovvio che funzionerà un po' come in Italia: ti vendo i diritti sul mio testo, tu stampi e ti fai gli affari tuoi e su ciascuna copia venduta mi dai una percentuale che si aggirerà forse sul 2%.

P.s.: va anche detto che per poter fare un film sui romanzi di King, pagheranno i diritti di proprietà intellettuale non alla casa editrice che ha pubblicato il libro, ma pagheranno lui.

p.p.s.: non è gelosia, lo odio e basta .
__________________
Now powered by I-Ching
feroce fondamentalista trekker
“A doctor can bury mistakes, an architect can only advise their client to plant vines.”
Frank Lloyd Wright

Last edited by Graf Schmidt; 2nd February 2011 at 16:55.
Graf Schmidt is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 16:56   #50
Evangelion
under a killing moon
 
Evangelion's Avatar
 
Join Date: Oct 2000
Location: livorno
Posts: 45,562
la mia fonte e' On writing, il libro autobibliografico.
Se ci dai un occhio lo spiega li'.
http://en.wikipedia.org/wiki/Carrie_%28novel%29
anzi wikipedia (prendila con le pinze) dice che ha venduto i diritti per il paperback a 400000 di cui meta' a king e meta' alla dublesday.
Evangelion is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:04   #51
Graf Schmidt
Scazzato Leggendario
 
Graf Schmidt's Avatar
 
Join Date: Dec 1999
Posts: 21,700
Wikimerdia .

A parte quello, On Writing ce l'ho, l'ho letto, e purtuttavia rimane il dubbio. Per quanto "onesto" sul suo mestiere (a parte che ha una visione della vita che cozza brutalmente con la mia, e già questo mi basta per odiarlo ) bisogna vedere quanto sia onesto sulle cifre.
Parleresti in un libro di quanto guadagni e quanto investi?
__________________
Now powered by I-Ching
feroce fondamentalista trekker
“A doctor can bury mistakes, an architect can only advise their client to plant vines.”
Frank Lloyd Wright
Graf Schmidt is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:04   #52
Aisumasen
Merciful bastard
 
Aisumasen's Avatar
 
Join Date: Jun 2008
Location: Ain't no sunshine
Posts: 4,883
schidzo non ho capito dove vuoi andare a parare...non ti piace king? non leggerne i libri, amen.

ma perchè lo odi? un qualche film/libro ti ha traumatizzato da bambino?
__________________
Il paradiso é la miglior scusa che abbiamo per rendere questo mondo un inferno.
Aisumasen is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:16   #53
V|endetta
bolshoi moderatopa
 
V|endetta's Avatar
 
Join Date: Nov 2002
Location: Gotta light?
Posts: 53,041
a differenza del suo maestro (insuperato) matheson, king ha esaurito abbastanza rapidamente l'inventiva quanto a situazioni e trovate della narrazione.
Il merito che ha, indubbio, è avere introdotto nel genere horror l'attenzione posta sulla caratterizzazione e rilevanza nell'intreccio della stessa dei personaggi. Una lezione che la narrativa seriale - televisiva anzitutto - ha poi imparato: tant'é che serie come lost hanno gli stessi difetti e pregi (inconcludenza nella gestione del grande quadro/profondità dei personaggi, appunto) della letteratura di king, che è esplicita fonte di ispirazione, spesso citata anche testualmente (il club del libro di juliet...).

Ciò detto, è anche vero che pure in quello king si è rivelato molto formulare e ripetitivo: e il suo parco personaggi è abbastanza limitato e, ormai, prevedibile.

A suo tempo, come molti, puntavo molto su barker... ma barker essendo pure assai più visionario (e meno inoffensivo di king: la sua visione horror è molto più europea, quindi meno "puritana" e consolatoria) e in fondo più dotato si è perso rapidamente, dopo una stagione molto ispirata (i libri di sangue, soprattutto).

Per quanto non ami (più: da quando ero adolescente) King, avendo anche buttato un occhio alla sua ultima produzione (quella del ritorno ai racconti brevi: confermando la sensazione di un autore ormai bollito) penso però sia assolutamente ingeneroso reputarlo uno scrittore privo di meriti. Il suo successo editoriale - ricordiamoci che comunque è sempre stato autore senza ambizioni legate al diventare fenomeno della letteratura mondiale: è un mestierante, consapevole di esserlo - è comunque in larga misura meritato.
__________________
It would be far easier to consider this a dream...but how can I? For in my hand, I hold the...

Last edited by V|endetta; 2nd February 2011 at 17:17.
V|endetta is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:24   #54
V|endetta
bolshoi moderatopa
 
V|endetta's Avatar
 
Join Date: Nov 2002
Location: Gotta light?
Posts: 53,041
Quote:
Originally Posted by Schidzo View Post
Dopodiché ho fatto una semplice allusione al sistema dei capitali americano: se King viene pagato 1 milione di dollari, come ha dimostrato la crisi partita da quella nazione "a forma di tazza del cesso" (cit. da My name is Earl), vuol dire che quel milione di dollari qualcun altro l'ha perso, e non necessariamente i suoi lettori.
tutto il resto del tuo discorso, può pure starci. Questa parte, invece, è del tutto incomprensibile.

Pare una roba del tipo "ma i calciatori guadagnano i milllliardi per tirare calci a un pallone". Non sono soldi che rubano a te o all'operaio di mirafiori. Vuoi fare i soldi come king? Fai la gavetta/abbi culo/una quota di talento come lui (e scrivi roba altrettanto vendibile a diverso livello): perché non ha rubato niente a nessuno (evidentemente). Ha preso alcuni rischi professionali - di sicuro la sua attività di autopromozione non inizia con carrie e non è stata né breve né facile - ha avuto costanza... ha prodotto. Le idee le hanno più o meno tutti, in campo creativo (come in tanti altri)... quello che conta è portare a casa il risultato (il che vuol dire essere anche capaci di non mollare il colpo, continuare a scrivere, migliorarsi fino al punto di essere leggibili, etc.). La percentuale di chi, come king, arriva a quel punto è assolutamente esigua rispetto agli aspiranti creativi (e anche a chi fa il mestiere di scrivere ma con intenti diversi, più eterei e alti, rispetto al campare anche bene con narrativa di larga presa).

Hollywood (se poi parliamo di diritti d'autore) ha tanti demeriti, ma di sicuro non quello di avere regalato niente a nessuno.
__________________
It would be far easier to consider this a dream...but how can I? For in my hand, I hold the...

Last edited by V|endetta; 2nd February 2011 at 17:29.
V|endetta is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:29   #55
Graf Schmidt
Scazzato Leggendario
 
Graf Schmidt's Avatar
 
Join Date: Dec 1999
Posts: 21,700
Privo di meriti no.

Mi sembra sia uno dei pochi che riesca a mescolare il "wall of text" ad immagini con grafia a mano, disegni, schizzi, che vanno a dare una mano alla narrativa nel suo complesso. Quanti altri autori possono sperare di ottenere gli stessi risultati?

Nelle sembianze di Bachman, in Uscita per l'inferno, dopo una narrazione da esplosione di testicoli, c'è la scena finale al "rallentatore" che mi ha abbastanza sorpreso.
Il Re Idiota un po' di inventiva pure ce l'ha.

Tu poi Viennetta quando scrivi mi sembri in questo circolo :
Guarda su YouTube: click
YT Thumbnail



Non sono comunque d'accordo su tutte le seghe mentali del questo ispira quello e quell'altro ispira quest'altro. Sa molto di regole e di vincoli.
__________________
Now powered by I-Ching
feroce fondamentalista trekker
“A doctor can bury mistakes, an architect can only advise their client to plant vines.”
Frank Lloyd Wright
Graf Schmidt is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:33   #56
V|endetta
bolshoi moderatopa
 
V|endetta's Avatar
 
Join Date: Nov 2002
Location: Gotta light?
Posts: 53,041
hmmm, non sono seghe mentali: l'horror prima di king NON aveva quasi nessuna attenzione al personaggio (era per lo più situazionista), quantomeno non a confronto con altri generi letterari.

Anche matheson solo parzialmente faceva eccezione, essendo per lo più anche lui legato alla costruzione dell'intreccio e alla pura funzionalità dei personaggi rispetto ad esso.

Secondo me è un merito obiettivo, non leva una virgola alle altre critiche che invece gli si possono muovere (e di sicuro non ho intenzione di elevare lodi sperticate a king, per le ragioni di cui sopra).

p.s.

Poi, io sarò nel circolo dei monocoli autocombusti: ma qualcosa mi dice che che tu tra due post riuscirai a parlare dei nazisti e di come il terzo reich non poteva vincere la seconda guerra mondiale
__________________
It would be far easier to consider this a dream...but how can I? For in my hand, I hold the...

Last edited by V|endetta; 2nd February 2011 at 17:36.
V|endetta is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:37   #57
Graf Schmidt
Scazzato Leggendario
 
Graf Schmidt's Avatar
 
Join Date: Dec 1999
Posts: 21,700
Quote:
Originally Posted by V|endetta View Post
tutto il resto del tuo discorso, può pure starci. Questa parte, invece, è del tutto incomprensibile.

Pare una roba del tipo "ma i calciatori guadagnano i milllliardi per tirare calci a un pallone". Non sono soldi che rubano a te o all'operaio di mirafiori. Vuoi fare i soldi come king? Fai la gavetta/abbi culo/una quota di talento come lui (e scrivi roba altrettanto vendibile a diverso livello): perché non ha rubato niente a nessuno (evidentemente). Ha preso alcuni rischi professionali - di sicuro la sua attività di autopromozione non inizia con carrie e non è stata né breve né facile - ha avuto costanza... ha prodotto. Le idee le hanno più o meno tutti, in campo creativo (come in tanti altri)... quello che conta è portare a casa il risultato (il che vuol dire essere anche capaci di non mollare il colpo, continuare a scrivere, migliorarsi fino al punto di essere leggibili, etc.). La percentuale di chi, come king, arriva a quel punto è assolutamente esigua rispetto agli aspiranti creativi (e anche a chi fa il mestiere di scrivere ma con intenti diversi, più eterei e alti, rispetto al campare anche bene con narrativa di larga presa).

Hollywood (se poi parliamo di diritti d'autore) ha tanti demeriti, ma di sicuro non quello di avere regalato niente a nessuno.
No, il mio non è un discorso da zappaterra filocomunista; non si parla di meriti e di quanto King meriti di essere "miliardario".
Io parlo proprio di politica di gestione di risorse economiche. Prendiamo sempre il solito one million dollah virtuale.
Se la compagnia lo investe e lo fa passare di mano ma comunque una fetta enorme va ad un singolo, mi chiedo quanto sia lecito farlo. Nel senso che quel million dollah la compagnia virtuale in questione deve comunque guadagnarlo altrove. Nel caso dell'industria dei film se al vertice possono banchettare con cifre a 6 o 9 zeri, sul fondo c'è gente che deve subire la politica delle loro cifre a 6 o 9 zeri.
__________________
Now powered by I-Ching
feroce fondamentalista trekker
“A doctor can bury mistakes, an architect can only advise their client to plant vines.”
Frank Lloyd Wright
Graf Schmidt is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:40   #58
V|endetta
bolshoi moderatopa
 
V|endetta's Avatar
 
Join Date: Nov 2002
Location: Gotta light?
Posts: 53,041
l'avevo capito, ma è un discorso che proprio non condivido.
Il lavoro di chi contribuisce la sceneggiatura/plot del film, mi spiace, ma vale tendenzialmente (assai) di più, in termini economici, di quello della truccatrice o dell'elettricista, stile biascica di boris.
__________________
It would be far easier to consider this a dream...but how can I? For in my hand, I hold the...
V|endetta is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:40   #59
Galaahd
BANNED
 
Join Date: May 2007
Posts: 55,407
Quote:
Originally Posted by V|endetta View Post
hmmm, non sono seghe mentali: l'horror prima di king NON aveva quasi nessuna attenzione al personaggio (era per lo più situazionista), quantomeno non a confronto con altri generi letterari.
Premetto che non ho letto praticamente nulla di King e non so che grado di attenzione investa nei suoi personaggi, ma invece per quanto riguarda William Hope Hodgson? L'ho letto circa due anni fa e non ho ricordi lucidissimi, ma a me sembra che il personaggio fosse ricco e predominante. Mi sto riferendo in particolare a "The house on the borderland". Mah, magari ricordo male, ma Hodgson potrebbe essere una di quelle eccezioni. E in ogni caso non so quanto sia stato influente (su Lovecraft di sicuro ).
Galaahd is offline   Reply With Quote
Old 2nd February 2011, 17:43   #60
V|endetta
bolshoi moderatopa
 
V|endetta's Avatar
 
Join Date: Nov 2002
Location: Gotta light?
Posts: 53,041
Quote:
Originally Posted by Galaahd View Post
Premetto che non ho letto praticamente nulla di King e non so che grado di attenzione investa nei suoi personaggi, ma invece per quanto riguarda William Hope Hodgson? L'ho letto circa due anni fa e non ho ricordi lucidissimi, ma a me sembra che il personaggio fosse ricco e predominante. Mi sto riferendo in particolare a "The house on the borderland". Mah, magari ricordo male, ma Hodgson potrebbe essere una di quelle eccezioni. E in ogni caso non so quanto sia stato influente (su Lovecraft di sicuro ).
hodgson ha scritto il capolavoro dell'horror metafisico (la casa sull'abisso)... però parliamo di un autore di inizio novecento, legato anche a livello di caratterizzazione e stile alla sua epoca. Il personaggio de la casa sull'abisso è molto convenzionale... quello che succede intorno a lui, un po' meno

(per la cronaca: è uno dei pochi romanzi che mi abbia autenticamente terrorizzato: in età adulta ).

La sua influenza su lovecraft, insieme alle opere di lord dunsany (anche lì: mix peculiare di fantasy e horror) è indubbia. Con la precisazione che come scrittori questi due a lovecfraft qualche sberla sonora la tiravano (ma non che ci voglia molto: i limiti stilistici di l. sono ben noti).
__________________
It would be far easier to consider this a dream...but how can I? For in my hand, I hold the...

Last edited by V|endetta; 2nd February 2011 at 17:45.
V|endetta is offline   Reply With Quote
Reply

Tags
idiotic king, l'ombra dei fanboy

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 01:01.



Copyright 2017-2024 by netgamers.it