Supporta il tuo Forum su Patreon!
 
  > Register  
  > Calendar  
  > Members List  
 
  > Supporta il Forum  
  > Today's Posts  
   

Go Back   netgamers.it > NetGamers Life > Agorà > Viaggi

Reply
 
Thread Tools Rate Thread
Old 12th March 2019, 00:00   #31
borzo
maggioranza silenziosa
 
borzo's Avatar
 
Join Date: Sep 2002
Location: Nuova Zelanda
Posts: 26,822
Quote:
Originally Posted by Jem7 View Post
Quanti borzi costa?
Quote:
Originally Posted by sephi999 View Post
Borzo aspetto il tuo libro autografato
Ehehe ancora in work in progress, poi vedremo se qualcuno me lo pubblica, alla peggio c'e' sempre Amazon con il self publishing.

L'ho scritto non per fare il buffone, ma per dire all'amico qui presente che anche se tutto sembra nero, c'e' sempre una via d'uscita, anche se al momento e' impossibile vederla.

Io ero talmente nel buco nero che dopo essere stato lasciato mi sono tappato in casa, andavo solo al lavoro per far esaurire il preavviso e fumavo talmente tanta erba da narcotizzarmi per riuscire a dormire.
__________________
A man is rich in proportion to the number of things which he can afford to let alone. ~Henry David Thoreau
▷▷▷ Il mio canale YouTube con i video della Nuova Zelanda
borzo is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 01:33   #32
jeki
Premium
 
jeki's Avatar
 
Join Date: Aug 2002
Location: Spinea
Posts: 6,455
Quote:
Originally Posted by borzo View Post
Ero nella stessa tua condizione 2 anni fa. Uguale.
Ho lasciato il lavoro e fatto il cammino di Santiago.
Li ho conosciuto la mia ragazza attuale, Belga,
Nell'ordine poi sono stato in Sicilia con lei 1 mese.
Sono stato 1 mese in Peru'.
Mi sono trasferito in Belgio per 1 anno.
Ora sono da 6 mesi in nuova zelanda.

Il mio consiglio e': fai SUBITO il cammino di Santiago.
PM se vuoi qualsiasi info.

Ti guarderai indietro e penserai a questi momenti come lontanissimi.

Edit:
aggiungo ho scritto un libro sul mio cammino di santiago che sto finendo di editare in questi giorni, una cosa che avrei voluto sempre fare e non ho mai fatto. Sto vivendo all'estero che e' una cosa per me da fare nella vita, mette tutto in prospettiva.
Fai il cammino di Santiago, e' un'esperienza che non ha eguali per me (ovviamente).
Se ti va scrivi direttamente qui

Da quello che ho capito, in questo periodo il miglior percorso è quello francese...devo solo capire quanto sono disposto a sopportare acqua/freddo/gelo
__________________
jeki#2110
jeki is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 02:35   #33
Marshall Banana
Registered User
 
Marshall Banana's Avatar
 
Join Date: Nov 2011
Location: Costa Norte
Posts: 3,847
Quote:
Originally Posted by Number Six View Post
Sei già partito?

Dico la mia.

Il mio consiglio è quello di visitare i paesi che possono offrirti il più alto grado di diversità rispetto al tuo punto di partenza. In altre parole, visto che non puoi lasciare l'Europa, l'Europa dell'est (nei limiti dell'area Schengen), magari iniziando con la stessa Germania dell'est, e poi puntando o verso sud Repubblica Ceca, Slovacchia), o verso nord (paesi baltici).
This ^

Ti direi Carpazi.

Qualcuno ha sparato un generico sud della Spagna. Se finisci in posti tipo Benidorm non so quanto possa diventare un viaggio di introspezione. Piuttosto vai a El Hierro a raccogliere ananas per un po'.
__________________
La unanimidad me jode muchísimo.
Marshall Banana is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 02:58   #34
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 25,525
Se hai bisogno di consigli tecnici, burocratici, organizzativi, preparazione atletica, cose, opere, omissioni sul Cammino di Santiago chiedi pure

Di cammini sono al terzo e vado per il quarto quest'anno
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click

Last edited by CrisM1; 12th March 2019 at 03:05.
CrisM1 is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 06:38   #35
borzo
maggioranza silenziosa
 
borzo's Avatar
 
Join Date: Sep 2002
Location: Nuova Zelanda
Posts: 26,822
Quote:
Originally Posted by jeki View Post
Se ti va scrivi direttamente qui

Da quello che ho capito, in questo periodo il miglior percorso è quello francese...devo solo capire quanto sono disposto a sopportare acqua/freddo/gelo
È il momento perfetto fine marzo inizio aprile. Aereo per Lourdes, treno per Bayonne. Autobus per Saint Jean Pied de Port e cominci a camminare. Daje.
__________________
A man is rich in proportion to the number of things which he can afford to let alone. ~Henry David Thoreau
▷▷▷ Il mio canale YouTube con i video della Nuova Zelanda
borzo is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 08:46   #36
Nic6
Aka braccobaldobau
 
Nic6's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Location: Paris
Posts: 1,333
Quote:
Originally Posted by jeki View Post
Se ti va scrivi direttamente qui

Da quello che ho capito, in questo periodo il miglior percorso è quello francese...devo solo capire quanto sono disposto a sopportare acqua/freddo/gelo
Non so in questo periodo ma io lo feci in ottobre/novembre e, tolte 2 o 3 tappe, non ho mai usato niente di più pesante di un pile
Nic6 is offline   Reply With Quote
Old 12th March 2019, 12:39   #37
Tummarellox
Ma sgus...
 
Tummarellox's Avatar
 
Join Date: Apr 2005
Posts: 2,198
Quote:
Originally Posted by Marshall Banana View Post
This ^

Ti direi Carpazi.
Vero, i Carpazi sono una zona stupenda, offrono villaggetti assurdi con gente ancora più assurda (parlo almeno per la mia esperienza in Romania) e volendo trekking da paura di qualsiasi grado di difficoltà.

Ricordo ancora che la vecchietta proprietaria di un bar in un paesino nei carpazi ci invitò la sera a casa sua a farci mangiare fino a scoppiare giusto prima di iniziare il trekking
__________________
Se non bestemmio guarda...
Tummarellox is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 12:03   #38
jeki
Premium
 
jeki's Avatar
 
Join Date: Aug 2002
Location: Spinea
Posts: 6,455
Quote:
Originally Posted by CrisM1 View Post
Se hai bisogno di consigli tecnici, burocratici, organizzativi, preparazione atletica, cose, opere, omissioni sul Cammino di Santiago chiedi pure

Di cammini sono al terzo e vado per il quarto quest'anno
Quote:
Originally Posted by borzo View Post
È il momento perfetto fine marzo inizio aprile. Aereo per Lourdes, treno per Bayonne. Autobus per Saint Jean Pied de Port e cominci a camminare. Daje.
Ok, direi che ho deciso dove andare

Ora, ho l'itinerario ( grazie borzo, però per lourdes trovo solo voli con scalo a prezzi disumani. Ha senso andare al punto di partenza in auto? via michelin mi da circa 300€ di spesa solo andata e 14h di viaggio. A me piace guidare oppure magari c'è un altro modo di raggiungere Saint Jean Pied de Port.... ) mi manca l'occorrente per partire ( zaino con? tipo di scarpe? vestiario? ), informazioni logistiche ( si prenota tutto in loco giornalmente il necessario a dormire/mangiare o bisogna organizzarsi prima del viaggio? ) durata stimata? a lavoro prendo ferie o aspettativa ? ( lavoro in azienda di famiglia, quindi sono tranquillo da questo punto di vista )
__________________
jeki#2110
jeki is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 12:09   #39
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 25,525
Ferie?

Prendi un mese intero, se non arrivi a Finisterre affronti il viaggio a metà. In che periodo parti?
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click
CrisM1 is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 12:18   #40
jeki
Premium
 
jeki's Avatar
 
Join Date: Aug 2002
Location: Spinea
Posts: 6,455
Quote:
Originally Posted by CrisM1 View Post
Ferie?

Prendi un mese intero, se non arrivi a Finisterre affronti il viaggio a metà. In che periodo parti?
Ok, aspettativa

Direi entro fine Marzo, ho giusto un paio di impegni che non posso "dribblare" nei prossimi 10 giorni.

Ah, come preparazione atletica direi ottima, gioco a calcio nonostante due operazioni al ginocchio e ormai sono tornato in peso forma ( persi 15 kg in 3 mesi )
__________________
jeki#2110

Last edited by jeki; 13th March 2019 at 12:21.
jeki is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 12:34   #41
jeki
Premium
 
jeki's Avatar
 
Join Date: Aug 2002
Location: Spinea
Posts: 6,455
Altrimenti ho trovato un aereo decente per Bordeaux, poi treno per Bayonne e poi autobus per Saint Jean Pied de Port. Arrivo a Finisterre come dice crism e poi come torno?
__________________
jeki#2110
jeki is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 12:37   #42
darthrevan
:v
 
darthrevan's Avatar
 
Join Date: Dec 2007
Posts: 15,904
a piedi...?
darthrevan is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 13:17   #43
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 25,525
Da Finisterre ci sono le corriere che ti riportano a Santiago, lì c'è l'aeroporto. Altrimenti da Santiago ci sono le corriere verso Barcellon\Madrid\Salcazzo dove poter prendere aerei vari.

Appena ho un attimo libero ti do dritte più articolate

Quote:
Originally Posted by jeki View Post
Altrimenti ho trovato un aereo decente per Bordeaux, poi treno per Bayonne e poi autobus per Saint Jean Pied de Port. Arrivo a Finisterre come dice crism e poi come torno?
Io feci Biarritz > Bayonne > St. Jean
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click

Last edited by CrisM1; 13th March 2019 at 14:07.
CrisM1 is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 14:57   #44
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 25,525
Mannaggia la troia avevo scritto un wot mega enorme e si è riavviato il pc.

Ora mi tocca turbo riassumere, quindi scusa se le parole ti sembrano sterili e fredde. Ti spezzetto i wot per paura che si raivvii il pc di nuovo .

Prefazione Addio-like.

Dicevo che sicuramente un lutto particolarmente intenso vuole un periodo depressivo lungo ed estenuante, ma che va rispettato ed affrontato nelle sue tempistiche. Non bisogna confondere la voglia (naturale) di voler fuggire da questa nube nera con la naturale e graduale ricerca di indipendenza verso una nuova fase di vita. Il tuo organizzare tutto così velocemente, la voglia di non toccare la macchina per le memorie ancora dolorose, la voglia di cambiare con un viaggio (aaaaaaaaaah :s), mi fa pensare alla prima circostanza e mi dispiacerebbe un sacco ti giocassi una esperienza così unica con il mindset sbagliato; ammesso e premesso che comunque tutti ne possono trarre qualcosa. Io lascerei a marinare la cosa per almeno un altro mesetto e mezzo (minimo), se proprio non ce la fai a Maggio, ma consigliando caldamente di gettarti tra fine Agosto e Settembre, non solo per avere una situazione psicologica meno impetuosa, ma anche per essere organizzati meglio anche da un punto di vista logistico.

Partire tra 10 giorni senza preparazione ha delle enormi limitazioni anche da un punto di vista tecnico e te lo spiego nel prossimo wot sperando il pc non mi esploda tra le mani.
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click
CrisM1 is offline   Reply With Quote
Old 13th March 2019, 23:41   #45
borzo
maggioranza silenziosa
 
borzo's Avatar
 
Join Date: Sep 2002
Location: Nuova Zelanda
Posts: 26,822
Io ho fatto tutto senza preparazione, vai con dio.
Ci sono settantenni a farlo, soffrirai, bestemmierai, ma ogni cosa sara' una grande soddisfazione.

Trova il volo piu' semplice per arrivare a Bayonne in treno, da li autobus a SJPP.
Quando poi arriverai a Finisterre prendi un bus che ti riporta a Santiago e da li prenoti un volo per il ritorno (ricordo che avevo preso un easyjet a 40 euro per tornare).

Cose da portare (copio incollo dal mio "libro", abbiate clemenza e' ancora in fase di editing):
Spoiler:

● Uno zaino da 40 litri con copertura impermeabile in caso di pioggia
● Un paio di scarpe da trekking con suola spaziale anti scivolamento rotolamento tendinite morte e distruzione
● Tre magliette super tecniche traspiranti che si asciugano in un minuto dopo essere state lavate
● Due paia di pantaloni lunghi con tasche ovunque dotati di cerniera sopra il ginocchio che permette di trasformarli in pantaloni corti
● Un paio di pantaloni lunghi della tuta, da usare dopo la doccia serale e come pijama
● Un paio di pantaloni corti da trekking
● Tre paia di mutande
● Tre paia di calzini da corsa, super aderenti e rinforzati sulle dita e sul tallone
● Un paio di calze normali
● Una maglietta normale
● Un pile leggero
● Un pile pesante
● Un kway pesante
● Un kway leggero
● Un cappello a tesa larga impermeabile
● Un asciugamano grande in microfibra
● Un sacco a pelo microscopico
● Una cintura
● Un paio di infradito da utilizzare anche per la doccia
● Un paio di sandali da trekking da alternare alle scarpe

E poi ovviamente comprai e raccolsi tutto il resto, che inizialmente ritenevo fondamentale e irrinunciabile, ovvero:

● Un blocco di sapone di Marsiglia, da utilizzare sia per lavare me che i vestiti
● Una corda di nylon per stendere, lunga 5 metri
● Dieci mollette
● Una bussola
● La mia macchina fotografica con relativo caricabatterie
● Un treppiede
● Un paio di occhiali da sole con custodia
● Due pacchi di fazzoletti di carta
● Dieci spille da balia per appendere eventuali abiti bagnati allo zaino
● Cerotti
● Compeed per le vesciche
● Due flaconi di Voltaren
● Due flaconi di crema anti-abrasione da usare sui piedi per evitare vesciche
● Spazzolino e dentifricio
● Lettore di ebook carico di libri virtuali
● Un quaderno Moleskine e una penna

Fiero di non aver dimenticato nulla, sparpagliai tutto sul letto la sera prima e cominciai a riempire lo zaino. Mi resi pero' subito conto di due cose: la prima era che per fare stare tutto nello zaino, avrei dovuto ottimizzare lo spazio al massimo e seguire un ordine preciso, un tetris in cui ogni mattoncino messo nel posto sbagliato avrebbe incasinato il resto. La seconda era il peso eccessivo, con tutto quanto ero a -- undici -- enormi e pesantissimi kg. Ero spacciato: avevo letto infatti che, come regola generale e per evitare di morire nell'impresa, il peso dello zaino non avrebbe dovuto superare il 10% del proprio peso corporeo. Io pesavo 70kg, quindi il mio zaino era di ben 4 kg sopra al massimo consentito, e non stavo ancora considerando acqua e cibo che avrei dovuto aggiungere ogni giorno a seconda delle tappe che avrei percorso.

Cosa togliere? Mi sembrava tutto fondamentale e irrinunciabile. Per un mese di cammino la mia casa sarebbe stata il mio zaino, che avevo scelto appositamente non più capiente di 40 litri per limitarne il peso. Era la prima prova del cammino: mi veniva richiesto il primo sforzo, quello di lasciarmi indietro il superfluo. Avrei dovuto votarmi all'austerità: come un moderno San Francesco che rinuncia agli abiti nobili per vestire quelli del mendicante, io avrei abbandonato jeans e magliette per far parte di una vasta comunità itinerante di camminatori in magliette Quechua e asciugamani in micro-fibra. Avevo sognato tutta la vita di partire con lo zaino in spalla lasciandomi tutto indietro. Ora che finalmente avrei potuto farlo, avrei riempiendo il mio zaino di stronzate?

Cominciai a fare pulizia. Due pile? Ne sarebbe bastato uno, quello più leggero tra i due. Macchina fotografica? Avevo già il telefono, tanti saluti. Un flacone di Voltaren e uno di crema anti-sfregamento. La bussola pesava da sola 150 grammi, decisi che avrei trovato il Nord come si faceva un tempo, cercando il muschio sugli alberi. Le quattro scatole di Compeed vennero ridotte a una. Due kway? Facciamo 1 e che sia quello più leggero. La mia maglietta con il faccione di Jim Morrison tornò nel cassetto, avrei fatto festa la sera con le magliette da trekking, al diavolo lo stile. Fu difficile separarmi dai sandali da trekking che avevo comprato per l'occasione, ma da soli pesavano quasi 1kg, avrei dovuto pensarci prima ma ero rimasto inebriato dallo shopping compulsivo del "Questo potrebbe essere utile.". Dimezzai persino la quantità di mollette e spille da balia, anche se praticamente non avevano peso.

La situazione era migliorata, mi attestavo sugli 8kg e non sapevo più cosa togliere, lo zaino era finito.
Gli amici vennero a trovarmi prima della partenza, una birretta in compaglia, un occhio allo zaino. "Sei pronto?" "Sei carico?" Non mi sentivo ne pronto ne carico, ero diviso tra l'entusiasmo per qualcosa di nuovo e quella sensazione che avevo sempre prima di un viaggio in cui mi chiedevo "Non sarebbe stato meglio rimanere nella quiete della mia casa, seduto comodamente sul divano?".

No.


Non portare compeed ma porta ago e filo e disinfettante (betadine) per le vesciche. Come scarpe io ho comprato un paio di La Sportiva Synthesis Mid GTX
per lo zaino ho preso un Ferrino da 40 litri su Amazon, ottimo. Calze da corsa di buona qualita', non quelle della decathlon, ti eviteranno le vesciche.
__________________
A man is rich in proportion to the number of things which he can afford to let alone. ~Henry David Thoreau
▷▷▷ Il mio canale YouTube con i video della Nuova Zelanda
borzo is offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 07:45.



Copyright 2017-2024 by netgamers.it