Supporta il tuo Forum su Patreon!
 
  > Register  
  > Calendar  
  > Member List  
 
  > Support your Forum  
  > Today's Posts  
   

Go Back   netgamers.it > NetGamers Life > Real Life > Addio

Reply
 
Thread Tools Rate Thread
Old 10th January 2019, 14:53   #1
Another
Registered User
 
Join Date: Jan 2019
Posts: 4
La dipendenza e la solitudine

Buongiorno sono un fake di un utente per ovvi motivi in merito a quello che sto per scrivere, ovvero un mero sfogo verso me stesso ed il mio autolesionismo.
Sono sempre sempre stato un ragazzo riservato e come molti altri non ho avuto successo con le donne e la socializzazione fino ad ora, forse a causa di numerose cause che si uniscono come l'essere nerd, avere qualche handicap non visibile ed essere troppo diverso rispetto alla società romana fatta di ragazzi svagati alla perenne ricerca del divertimento nei loro anni migliori.
Come molti ero frustrato ed infastidito di essere arrivato ancora vergine all'età di 20 anni e con quel senso di inadeguatezza che ne consegue.
All'epoca nel mezzo di una discussione con un'amico, questi mi propose di andare con una escort d'appartamento per sfogare il testosterone accumulato e così é stato.
É bello e piacevole, perché un molti casi si ha a che fare con donne molto dotate e capaci nel soddisfare il proprio cliente in pratica mi si aprì un mondo dove con appena 100€ puoi scegliere la donna che più ti piace e senza paure, fatiche e moralismi.
Come già scritto nel titolo quello che era un vizietto è diventata dopo 6 anni un fastidio che spesso cerco di dimenticare, ma che nei momenti di crisi lavorativa/personale riemerge come un porto temporaneo che garantisce sicurezza e serenità, ironicamente mi posso mettere quasi pari di un drogato, nonostante la mia si una dipendenza naturale nella maggioranza dei maschi di questo mondo.
Non sono fiero di quello che ho fatto e come ho vissuto la mia sessualità dei miei 20, non ho vergogna nel dire che mi sono tolto lo sfizio di provare trans e qualche uomo, due categorie che ormai non mi attraggono quanto le donne, forse perché è finita la sensazione di curiosità e trasgressione o forse perché come con le donne ormai il sesso è diventato più una sorta di sigaretta che non offre più alcun piacere ma addirittura un fastidio che riemerge durante gli esami di coscienza.
La botta di confidenza che ne consegue è pazzesca ma una volta che affronti la realtà e capisci che sei tu come persona ad essere il problema alla base delle proprie insoddisfazioni personali.
Dopo un Dicembre che mi ha fatto spendere metà delle mie finanze personali, sto cercando di smettere eppure è tremendamente difficile.
Perché quella che vivo non è tanto una situazione di rabbia ormonale che posso sfogare in pochi minuti con un po' di sport o un porno, ma una tremenda sensazione di angoscia dovuta a quello che mi sono fatto, a quello che non mi sono impegnato nel cercare e non ho vissuto, una sensazione mista tra solitudine, rimpianti e odio verso me stesso e quello che mi circonda.
Ormai sono giorni che lavoro ed al ritorno a casa mi chiudo in camera nel buio mettendo in loop Spotify e mi sdraio cercando di dimenticare, conscio che sto sbagliando metodo e sistema nell'affrontare lo stato d'animo attuale, eppure l'anedonia che sto provando mi rende difficile perfino dormire, mangiare e fare sport.
Chiaramente scrivo tutto questo come uno sfogo e non nego che inconsciamente cerco aiuto in un forum, conscio del fatto che nella vita di tutti i giorni non ne troverò alcuno a causa di una vita familiare e lavorativa difficile e di pochi amici altrettanto isolati/impegnati il cui confronto ormai sta scemando nell'indifferenza da parte del sottoscritto nonostante i loro tentativi di aprire un confronto.
Allo stato attuale cerco di evadere continuamente dalla realtà che mi sono creato con una dose di aggressività verso i pochi che mi vogliono bene in attesa dei prossimi cambiamenti radicali nella mia vita ed inutile dire che è tutto un casino che sto vivendo malissimo.
Another is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 15:49   #2
acct-eliminato.105
account eliminato su richiesta
 
Join Date: Feb 2000
Posts: 26,394
Beh se non hai ancora capito il motivo per cui ti senti male direi che di sicuro qui su un forum nessuno potrà darti la risposta.
Quindi semplicemente cerca uno psicologo e scopri cos'è.
acct-eliminato.105 is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 15:53   #3
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 26,811
Aggiungerei che forse un terapeuta donna potrebbe aiutarti un pochino meglio. Potrebbe meglio aiutarti a smontare tutta una serie di preconcetti tossici su cosa voglia dire essere "uomo" attraverso un punto di vista opposto.

L'impressione è che sei rimasto incastrato in una situazione dove per essere accettato hai dovuto infilarti in un habitus che va in conflitto con i tuoi ideali più core.
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click
CrisM1 is online now   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 16:41   #4
Feror
Stay awhile and listen
 
Feror's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Posts: 27,058
non ti possiamo aiutare, hai già usato l'opzione base che viene fornita su addio
[x]Vai a puttane che non sbaji mai

__________________
Feror is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 16:53   #5
maidek
Don' t Panic!
 
maidek's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: Roma
Posts: 3,347
Quote:
Originally Posted by Feror View Post
non ti possiamo aiutare, hai già usato l'opzione base che viene fornita su addio
[x]Vai a puttane che non sbaji mai


detto questo, ti serve un buon psicologo.
e quando lo trovi passami il numero che serve anche a me, per ragioni diverse
__________________
Fortior Ex Adversis Resurgo.
maidek is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 17:01   #6
Number Six
Persona non grata
 
Number Six's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: w < -1
Posts: 10,483
Ma, in tutto questo, tu hai un qualche interesse per l'idea del trovare una relazione in senso proprio?

Vuoi una relazione 'vera' oppure vuoi semplicemente smettere di 'andare a puttane'?

Come sei messo affettivamente? T'innamori facilmente oppure no?
__________________
With the first link, the chain is forged.
Number Six is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 17:17   #7
cecio
San Marten Mosser
 
cecio's Avatar
 
Join Date: Apr 2000
Location: Pavia
Posts: 36,459
Io chiederei un consiglio ad alesa
__________________
~}A51{~.ÇÆÇÏØÏT.
cecio is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 19:50   #8
Another
Registered User
 
Join Date: Jan 2019
Posts: 4
Quote:
Originally Posted by Mille View Post
Beh se non hai ancora capito il motivo per cui ti senti male direi che di sicuro qui su un forum nessuno potrà darti la risposta.
Quindi semplicemente cerca uno psicologo e scopri cos'è.
Penso che sia una questione ambientale, vivo in un quartiere dove la maggioranza sono vecchi e non ho legato molto durante l'adolescenza sia perché ero troppo nerd e poco provinciale, oltre a tutto questo non ero visto di buon occhio dopo aver rifiutato sigarette e cannabis.
Ho dei parenti serpenti e dei clienti di merda che stanno danneggiando l'attività della famiglia, oggi ne é successa un'altra e la voglia di riscaldarmi con una delle professionista é tornata ma ormai sono troppo demoralizzato per avere un bisogno vero e proprio, credo di sentire una mancanza di affetto e la reprimo sfogando la mia aggressività.
Il lavoro che faccio non mi piace, la maggioranza dei miei clienti fa abuso della prostituzione o condanna i loro matrimoni falliti, inutile dire che ho seguito i loro suggerimenti e questi sono i risultati, ho cercato di virare completamente il mio percorso invece di migliorare le mie capacità ed avere più sicurezza, perché il mio piccolo rifugio quotidiano è troppo caldo e piacevole.
Prossimamente trasloco e cambio completamente zona ed ho la possibilità di iniziare a cercare un lavoro alternativo con l'invalidità, resta da vedere se sarò capace di cambiare personalità ed abitudini.
Di fronte a tutto questo non ho le palle di ignorare la pressione di tutto quello che mi circonda, dalla solitudine fino ad un padre che sfoga il suo stress su di me e da lì devo evadere.

Quote:
Originally Posted by CrisM1 View Post
Aggiungerei che forse un terapeuta donna potrebbe aiutarti un pochino meglio. Potrebbe meglio aiutarti a smontare tutta una serie di preconcetti tossici su cosa voglia dire essere "uomo" attraverso un punto di vista opposto.

L'impressione è che sei rimasto incastrato in una situazione dove per essere accettato hai dovuto infilarti in un habitus che va in conflitto con i tuoi ideali più core.
Mia madre é a conoscenza del mio problema ed ha intenzione di mamdarmi da uno psicologo dal mese prossimo.
Non odio le donne ma sono fermamente convinto che molte di esse siano delle bugiarde ehe vivano sulla base di preconcetti impartiti dalla loro natura e lo stesso vale per noi uomini, sono io che sbaglio in base alla mia incapacità di vivere come uomo ma vivere sotto il consiglio di una donna mi porterebbe ad essere ancora più debole ed isolato sul piano sessuale con la possibile speranza di essere considerato. Se sono arrivato a tutto questo è perché ho fatto valere il mio istinto sulla mia morale ed ho ottenuto una piccola parte di quello che voglio: Seghe più reali e discorsi fasulli, una bella bugia.
Penso che l'immoralità sia la forza di ogni uomo eppure dal profondo credo e spero in un rapporto tradizionale con una donna, non raramente immagino i rapporti affettivi con l'altro sesso ma sessualmente l'uomo non mi dice nulla al massimo posso complimentarmi con un atleta per la forza che emana o ammirare una statua greca per lo stesso motivo ma é più una forma di rispetto, fare sesso in quell'ambito non é stato disgustoso ma noioso e la cosa da un lato mi ha ferito visto che l'escort in questione era una persona molto gentile con cui ho avuto piacere di parlare rispetto a molte ragazze/trans, come ho già detto credo che ci sia una mancanza di affetto ricevuto e dato. Ma anche questo é un'aspetto della mia persona che mi disturba assai.

Quote:
Originally Posted by Number Six View Post
Ma, in tutto questo, tu hai un qualche interesse per l'idea del trovare una relazione in senso proprio?

Vuoi una relazione 'vera' oppure vuoi semplicemente smettere di 'andare a puttane'?

Come sei messo affettivamente? T'innamori facilmente oppure no?
Una relazione non mi sistemerebbe nulla, rimangono problemi come i soldi, il lavoro e l'ipotesi di affrontare per la prima volta un rapporto normale in tarda età con alle spalle tutto quello che ho fatto.
Ma il desiderio di conoscere altra gente interessante, meno stupidaed avventurosa c'è ma dalle mie parti è difficile ma il problema sono anch'io che non mi sono fatto del male come tutti gli altri per allargare le conoscenze e non sono l'anima che vaga tra i bar e le discoteche.
Ma voglio smettere, ho fatto anche troppo e le mie finanze ne risentono oltre al fatto che il sesso casuale non mi attizza più.

Sono solo, ho 2 amici, tra cui un molto intelligente ma incapace di vivere in un vero e proprio circolo di amicizie universitarie (e femminili) poiché profondamente risentito dal fallimento del suo matrimonio (si è sposato molto presto con una in chat, appartiene ad un circolo religioso molto di nicchia).
L'altro è come un fratello per me, abbiamo delle storie molto simili, entrambi rinnegati in quasi tutte le classi che abbiamo vissuto nei nostri percorsi scolastici, forse perché i videogiochi erano da sfigati, o perché lui è grasso ed io con un deficit visibile durante un dialogo.
Lui a differenza mia si è inserito con prepotenza in alcuni giri e ne ha ricavato una dipendenza alle sigarette e la cannabis, più volte mi ripete che sono l'unica persona che conta per lui e che le sue amicizie gli hanno fatto più male che bene, purtroppo inizio a sentire una certa distanza da lui, oltre al fatto che si è fidanzato inizio a vedere in lui una vena di immaturità che lo porta a parlare solo di fumetti ed intrattenimento e la cosa alla lunga stanca.
Un tempi mi innamoravo seppur con difficoltà, sono una persona che guarda molto il carattere oltre la bellezza, le uniche ragazze che mi hanno fatto impazzire sono due ma una è caduta nel giro delle droghe ed all'epoca non ho avuto la voglia di conoscerla meglio, l'altra è rimasta sola con una figlia a carico ma ormai non significa più nulla per me era un semplice innamoramento delle medie di una ragazza carina ma viziata oltre al fatto che ha fatto peggio del sottoscritto.
Ho consumato una breve relazione con una Trans conosciuta in una delle mie perizie una brava persona, mi ha spinto a viaggiare di più e si è presa cura di me in una vacanza insieme ma abbiamo deciso di non spingerci oltre perché siamo molto diversi, non potevo darle quello che voleva e molto probabilmente la mia era mera attrazione fisica.
Ma per il resto sono anni che sono disamorato rispetto a tutto quello che vedo e mi circonda, fu una delle prime impressioni che feci alla mia seduta di psicoanalisi molti anni fa.

Last edited by Another; 10th January 2019 at 19:57.
Another is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 20:39   #9
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 26,811
Quote:
Originally Posted by Another View Post
Mia madre é a conoscenza del mio problema ed ha intenzione di mamdarmi da uno psicologo dal mese prossimo.
Non odio le donne ma sono fermamente convinto che molte di esse siano delle bugiarde ehe vivano sulla base di preconcetti impartiti dalla loro natura e lo stesso vale per noi uomini
Questa è la prima balla che hai assorbito nei contesti turbomachisti in cui ti sei forzato. Non esiste una natura bugiarda, una natura genetica, per la quale la donna è soggetto passivo; quelle sono le teorie di BaroneK e Nomeacaso. Queste sono le convinzioni che fanno echo nei gruppi di soli uomini dove l'unico contatto con l'altro sesso è sempre stato lo stretto necessario per umiliarle e rifarsi dei soprusi avuti in giovane età. La donna vi domina ma solo passivamente e senza nemmeno rendersene conto; dedicate la vostra esistenza al risentimento senza che esse vi abbiano attivamente o giustificatamente frustato in senso letterale, è una vostra gabbia mentale creata 100% dagli uomini.

La donna è bugiarda, scopala e basta.
La donna è troia, pagala perché è quello che vuole.
La donna è vipera, una volta che le hai umiliate sessualmente vai via.

Quote:
Originally Posted by Another View Post
sono io che sbaglio in base alla mia incapacità di vivere come uomo ma vivere sotto il consiglio di una donna mi porterebbe ad essere ancora più debole ed isolato sul piano sessuale con la possibile speranza di essere considerato.
Un contatto sincero con una donna non l'hai mai avuto perché ti sei schermato dietro l'unica cosa lecita da fare: umiliare. Il sesso a pagamento come inconscia vendetta, come scontrino da mostrare in quei gruppi che hai frequentato per essere accettato. Ma la prima rottura sarebbe proprio ascoltare cosa hanno da dire, difficilissimo perché il rapporto che hai sempre vissuto con loro era schermato.

La terapeuta sfugge dall'altro preconcetto che hai assorbito, da cui stai già partendo in maniera prevenuta, per cui la vede come un essere di natura manipolatoria. Un percorso terapeutico non vedrebbe eventualmente la donna davanti a te farti il lavaggio del cervello, tu figura passiva, ma accompagna i tuoi pensieri a vedere questa situazione con una lucidità più critica.

Una donna può aiutarti IMHO può aiutarti più facilmente a decostruire un mondo fatto da concetti di virilità presi dai cartoni animati e portati all'esasperazione lesiva.

Quote:
Originally Posted by Another View Post
Se sono arrivato a tutto questo è perché ho fatto valere il mio istinto sulla mia morale ed ho ottenuto una piccola parte di quello che voglio: Seghe più reali e discorsi fasulli, una bella bugia.
Non hai ottenuto nulla fino ad ora. Ti sei vestito delle caratteristiche dei gruppi che pensavi non fossero "sfigati e nerd", ne hai assorbito le regole senza mai metterle in discussione ed ora ti ritrovi a dover subire le conseguenze di una interna dissonanza sempre più grossa e assorbente.

All'atto pratico sei fermi a dove eri partito in termini di crescita personale. Se non bruci, tramite aiuto, questo habitus continuerai a subirne l'influenza.
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click

Last edited by CrisM1; 10th January 2019 at 20:41.
CrisM1 is online now   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 22:24   #10
Heaven - Lord
i'm not cool or funny
 
Heaven - Lord's Avatar
 
Join Date: Jun 2002
Location: In a raging storm on a..
Posts: 12,191
Io, dal basso della mia esperienza, temo che uno psicologo possa fare ben poco, ma serve uno psicoterapeuta.
__________________
ut2004 player
l'uomo ha capito tutto tranne come vivere

slave of my brain™
Heaven - Lord is offline   Reply With Quote
Old 10th January 2019, 23:52   #11
Another
Registered User
 
Join Date: Jan 2019
Posts: 4
Se mi rileggo mi faccio paura, sono arrivato ad una distorsione tremenda tra la mia personalità e la mia sessualità, alla fine con il post di Cris pur non essendo pienamente d'accordo su alcuni punti ho sentito il bisogno di cercare un aiuto esterno e ne ho parlato in famiglia per la ricerca di uno psicologo/a che possiede delle basi solide in merito al mio problema ed i risultati sono incoraggianti, ne ho contattati un paio specializzati nel sesso e le dipendenze, domani tiro le somme in base alle loro risposte.
Non so perché ma la vedo un po' come una sconfitta eppure intellettualmente parlando non serve a niente continuare a soffrire in silenzio.
Spero solo di uscirne in modo naturale e di mettere una pietra sopra questa tortura psicologica, ormai sarà la terza notte fila che non riesco a dormire.
Another is offline   Reply With Quote
Old 11th January 2019, 12:16   #12
* * Eroes * *
^_^
 
* * Eroes * *'s Avatar
 
Join Date: Jan 2001
Location: Bononia
Posts: 11,707
Quote:
Originally Posted by Another View Post
Non so perché ma la vedo un po' come una sconfitta eppure intellettualmente parlando non serve a niente continuare a soffrire in silenzio.
In realtà io credo sia tutto l'opposto: riconoscere di avere bisogno di un aiuto e non avere timore di ammetterlo ai propri occhi è forse la prima vera vittoria di cui ti puoi fregiare da lungo tempo, leggendo la tua storia personale.

Se hai speso 1000 per inabissarti nella dipendenza, riconosci a te stesso che spenderne 5000 per uscirne è una grande cosa; lesinare su questo significa azzoppare tutta la tua vita futura.

In bocca al lupo
* * Eroes * * is offline   Reply With Quote
Old 11th January 2019, 12:19   #13
CrisM1
il Bellissimo Bedoon
 
CrisM1's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Posts: 26,811
Quote:
Originally Posted by Another View Post
Se mi rileggo mi faccio paura, sono arrivato ad una distorsione tremenda tra la mia personalità e la mia sessualità, alla fine con il post di Cris pur non essendo pienamente d'accordo su alcuni punti ho sentito il bisogno di cercare un aiuto esterno e ne ho parlato in famiglia per la ricerca di uno psicologo/a che possiede delle basi solide in merito al mio problema ed i risultati sono incoraggianti, ne ho contattati un paio specializzati nel sesso e le dipendenze, domani tiro le somme in base alle loro risposte.
Non so perché ma la vedo un po' come una sconfitta eppure intellettualmente parlando non serve a niente continuare a soffrire in silenzio.
Spero solo di uscirne in modo naturale e di mettere una pietra sopra questa tortura psicologica, ormai sarà la terza notte fila che non riesco a dormire.
Spacca tutto
Arrivare al punto di chiedere aiuto spesso implica tutta sorta di voglia di ribellione ed indipendenza, altro che sconfitta
__________________
* Best post ROTFL 2008 - Premio Caffè del Dr. Freeman 2008
* Dark Slayer su CrisM1 - click

Last edited by CrisM1; 11th January 2019 at 12:20.
CrisM1 is online now   Reply With Quote
Old 11th January 2019, 18:29   #14
Another
Registered User
 
Join Date: Jan 2019
Posts: 4
Fissato l'appuntamento per un colloquio conoscitivo per lunedì.
I cosiddetti urges sembrano svaniti e nel non percepire più l'ipersessualità mi sento una merda e sorgono sensazioni stupide come "oddio sarò impotente" e vedo tutto male come un fattone in astinenza, neppure il porno mi attizza nonostante abbia la sensazione di consumare una necessità sbagliata.
La giornata é stata una merda come al solito, ho provato ad affrontarla in modo differente cercando di abusare meno possibile del cellulare e di conseguenza mi sono riscoperto più volenteroso o disposto a farmi il culo, mi son permesso giusto di consultarlo nell'orario di pranzo ma ho voluto forzare il più possibile l'allontanamento di questo vizio.
Non sopporto i miei colleghi e mio padre, nella periferia c'è un disperato bisogno di essere assolutamente confidenziali nell'ambiente lavorativo ed oltre al fatto che vengo istintivamente percepito come inferiore per via di un deficit del cazzo, mi rompono le palle nei momenti di silenzio nella speranza di aprire breccia nel sottoscritto ed arricchire la cartella delle stronzate di cui discutere a fine giornata con la propria famiglia, cosa c'è di così difficile nel non volerti e confidare un problema personale se ti ritengo una persona così distante dalla mia sfera privata, il tuo obiettivo è quello di vendere/incassare o comprare/pagare perché andare oltre?
Ma guai a farglielo notare, passi immediatamente per il maleducato o il rognoso disagiato che non si sa adattare in quella che definisco una "caciara" dove non si il coraggio di discutere formalmente di soldi/forniture ed altre cazzate mondane, ma loro sono la maggioranza e la maggioranza ha sempre ragione.
Ma ormai guardo tutto in silenzio ed indifferenza e non parlo dei miei fardelli con degli sconosciuti che evidentemente non hanno una vita privata piacevole.

Ho avuto un breve dialogo con la psicologa, una signora adulta ma acculturata quindi saggia, il dialogo è stato semplice ma accomodante anche se ho preferito chiudere in fretta il dialogo perché troppo sconveniente da affrontare al telefono.
Se ho aperto questo thread è perché sono un uomo solo, ho cercato un punto di lancio per fare un passo avanti, lanciare una richiesta di aiuto che tutt'ora aggredisce il mio pensiero.
Dubito che la psicologa userà una bacchetta magica per aiutarmi, ho curato da solo le mie fisse compulsive a 18 anni e lo psicologo di allora fu di ben poco aiuto, sono abbastanza adulto da capirlo questo eppure mi sento privato della mia volontà e della capacità di fare da lì in poi il buio più totale.
Another is offline   Reply With Quote
Old 11th January 2019, 18:44   #15
Mr.Fobes
Lurking lurker
 
Join Date: Jun 2007
Posts: 9,185
Quote:
Originally Posted by CrisM1 View Post
Spacca tutto
Arrivare al punto di chiedere aiuto spesso implica tutta sorta di voglia di ribellione ed indipendenza, altro che sconfitta
Cr1sm cosa può portare un uomo a sentirsi a proprio agio con una che ha preso piu schizzi di uno scoglio di gente varia e sconosciuta di cui l'ultimo magari 40 minuti prima rispetto al terrore di fare 2 chiacchiere con una donna ?
Cioe so che cmq non è che la tizia che conosci al pub 40 minuti prima non aveva la faccia coperta di sperma di qualche sconosciuto eh pero boh proprio l'idea di andare a troie mi crea un disgustorama mostruoso .
Mr.Fobes is offline   Reply With Quote
Reply

Tags
hic sunt travones

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 04:38.



Copyright 2017-2024 by netgamers.it