View Single Post
Old 20th March 2018, 01:15   #15
neenster
Cultist of the dead cow
 
Join Date: Nov 2008
Posts: 1,294
Mi e' molto difficile darti consigli, come penso a tutti. Mi sento di fare solo 2 osservazioni:
Quote:
Ma ho dei momenti di quotidianitá dove la testa divaga in un futuro forse non cosí lontano, dove mi vedo morto, e vedo i miei cari e amici che vengono a salutarmi un ultima volta e la mia persona rimane viva nei loro ricordi, e mi si riempiono gli occhi, fino a riprendere il controllo mentale per bloccare la lacrimazione
Questo e' un pensiero che tantissime persone anche senza patologie gravi hanno, a volte: anche io lo ho. La paura della morte, il suo pensarci, triggerato da X o Y, e' umana. Quando le hai di frequente, vuol dire che sei triste. Se le hai troppo spesso, dicono si chiami depressione, ma non sono un medico. Ma e', in molti casi, una ricorrenza "normale" che tutti possiamo avere, e che tutti affrontiamo. Se sei triste, cura la tristezza, ma non legarla per forza alla tua condizione.

La seconda cosa e' legata al titolo del thread: come sai che hai "raggiunto l'apice"? Come tu stesso hai scritto, qualche anno fa alcune cose, tipo una relazione funzionante, alcuni sport, ti sembravano irraggiungibili... Non autolimitarti, e/o non lasciare che siano momenti di tristezza a farti considerare le prospettive di vita. Hai fatto tanto, puoi fare ancora tantissimo. Davvero, non potrai mai sapere quale sara' "l'apice".
neenster is offline   Reply With Quote