netgamers.it

netgamers.it (https://netgamers.it/index.php)
-   War Zone (https://netgamers.it/forumdisplay.php?f=223)
-   -   Lago d'Aral, laboratorio antrace, altre schifezze chimiche e biologiche (https://netgamers.it/showthread.php?t=353239)

Caterpillar 20th June 2005 12:29

Lago d'Aral, laboratorio antrace, altre schifezze chimiche e biologiche
 
Allora dopo il topic sul nucleare ecco uno su uno dei più grandi misteri della guerra fredda, il lago d'Aral

Lì su un isolotto (mi pare) una volta c'era uno dei più grandi laboratori e magazzini di armi non convenzionali dell'URSS...
Su un documentario ho visto i resti che erano stati sotterrati nel lago dopo la fine della guerra fredda e l'abbandono dei laboratori riemergere a causa del prosciugamento del lago dovuto al suo uso per innaffiare i campi agricoli...

Bè insomma dicono che là sotto c'è tanta roba da sterminare 2 volte l'intera umanità...

Mi ricordo anche di un laboratorio di antrace così sviluppato da sfornare 1 o 2 tonnellate di spore di antrace al giorno... Ma non mi ricordo se era il laboratorio del lago d'Aral...

Vabbè questo documentario l'ho visto un bel po di anni fa, mi ricordo delle testimonianze delle persone, ho visto delle immagini... Tutto abbandonato con resti di molti barili ancora ammassati, maschere antigas ed elicotteri...

Nessuno di voi ha altre notizie a riguardo? Sarebbe molto interessante, fa molto Umbrella Corp. :D

Qfwfq 20th June 2005 13:39

L'isola di cui parli è quella di Vozrozdenie, sulla quale a partire dagli anni '60 i sovietici condussero una serie di test di agenti batteriologici ( fra cui peste e vaiolo ) su cavie animali; nel 1988 vi vennero trasferiti anche ingenti quantitativi di antrace provenienti dal centro di produzione di Sverdlovsk ed ivi sigillati in contenitori sommariamente sepolti sull'isola. La base di Vozrozdenie è stata frettolosamente abbandonata nel 1992 e da allora manca qualsiasi tipo di controllo sia sulle cavie ancora presenti nei laboratori di ricerca all'epoca della chiusura degli impianti, sia sugli ingenti quantitativi di materiale batteriologico stoccati nei depositi od utilizzati nei laboratori a fini sperimentali; sostenne ripetutamente la CIA che a Vozrozdenie gli scienziati sovietici avessero selezionato dei ceppi antibiotico-resistenti dei principali batteri patogeni.

Il problema di Vozrozdenie si situa nell'ambito di una catastrofe ecologica di ben più ampie proporzioni; ovvero la progressiva desertificazione del bacino dell'Aral che dagli anni '60 ad oggi ha visto diminuita del 75 % la sua portata. La responsabilità, storicamente, va attribuita alla decisione sovietica, presa in quegli anni, di fare delle vaste regioni prospicienti il lago d'Aral il più grande polo di coltivazione del cotone dell'Unione Sovietica. Le ingenti necessità irrigue delle nuove coltivazioni impiantate portarono al massiccio sfruttamento delle acque dei fiumi Syr Daria ed Amu Daria, unici due affluenti del lago d'Aral, il cui livello iniziò velocemente a decrescere sino all'attuale stato di avanzatissima desertificazione di quello che un tempo era il quarto bacino d'acqua dolce del mondo ed una preziosa risorsa per l'industria ittica grazie alla sua pescosità. Oggi la pesca sul lago è completamente cessata, essendosi ridotte le residue porzioni dell'Aral ancora esistenti a pochi specchi d'acqua limacciosi di scarsa profondità. Non solo; la progressiva desertificazione della regione, con la messa a nudo di quelli che precedentemente costutuivano i fondali di un lago tanto ampio da essere giustamente chiamato "Mar d'Aral" ha portato alla comparsa di fenomeni, come le tempeste di sabbia, del tutto inconsueti per quelle terre, con una relativa recrudescenza delle varie affezioni polmonari fra cui la tubercolosi. Tanto che oggi, a buon diritto, si può parlare di una vera e propria catastrofe umanitaria.

In merito al Vozrozdenie l'inarrestabile declino dell'Aral sino alla sua definitiva scomparsa rischia che di far sì che nell'arco di pochi anni l'isola si ritrovi in realtà collegata alla terraferma, incrementando pertanto il pericolo che gli agenti patogeni ivi malamente stoccati possano diffondersi su scala ben più ampia.

luigim 20th June 2005 20:57

goodbye lenin!

Caterpillar 30th June 2005 14:33

Altre info/siti/immagini?

Caterpillar 1st July 2005 00:25

http://www.kontrokultura.org/archivio2001/149/aral.html

Caterpillar 13th October 2005 22:43

Con Google Earth non ho trovato nulla... Magari ho cercato male... Mi dareste una mano?

"Six~Shooter" 13th October 2005 22:58

.

Teocrazia 14th October 2005 12:18

dati 1 occhiata a questo ;)
http://gaming.ngi.it/forum/showthread.php?t=358136


All times are GMT +2. The time now is 08:28.


Copyright 2017-2024 by netgamers.it